rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Politica Caduti in Guerra / Viale Martiri della Libertà, 38

Provincia ancora senza fondi, Muzzarelli scrive nuovamente al Governo

Le casse sono vuote e da Roma non accennano a sbloccarsi le risorse previste dalla Legge di Stabilità 2016. Dopo la riforma dell'ente, la Provincia resta nel caos e lavori a scuole e strade diventano ormai ingestibili

Ancora allarmi sui conti in Provincia a Modena. "Chiediamo al Governo di approvare i decreti sulle risorse straordinarie per le Province, previsti dalla legge di stabilità 2016. Solo cosi' potremo approvare i bilanci e continuare ad assicurare i servizi". Lo raccomanda Gian Carlo Muzzarelli, presidente della Provincia, nel corso del Tavolo dell'economia riunito oggi nella sede dell'ente, al quale è stata annunciata una nuova lettera al Governo per cercare di "sbloccare la situazione". 

Di fronte a rappresentanti delle associazioni di categoria, sindacati e sindaci, si è parlato anche di aree vaste in vista del referendum del prossimo autunno, ma sono i bilanci della Provincia a preoccupare di più. Muzzarelli ha ribadito che occorre mettere a disposizione delle Province "i 100 milioni di euro già previsti", da destinare alla manutenzione delle strade e all'edilizia scolastica. "Chiediamo- insiste il presidente- di essere messi nelle condizioni di continuare ad assicurare i servizi nonostante i tagli imposti in questi ultimi anni. Finora abbiamo cercato di rispondere con responsabilità ma ora l'intervento del Governo- avvisa l'ex assessore regionale- non è più rinviabile". 

Come ha illustrato Maria Costi, consigliera con delega al Bilancio, entro il 31 luglio le Province devono approvare i bilanci, ma senza poter contare sulle risorse della stessa legge di stabilità, per compensare, almeno in parte, i pesanti tagli già decisi; questo per evitare che i bilanci di tutte le Province, che hanno ancora competenze su viabilità e scuole, finiscano in rosso con pesanti ripercussioni sulla continuità dei servizi. "Chiediamo, inoltre, l'abolizione delle sanzioni per lo sforamento del patto di stabilità dovuto agli investimenti effettuati per la ricostruzione del dopo sisma", aggiunge Costi. 

Muzzarelli ricorda anche che, tra strade e scuole, la Provincia di Modena ha in programma nel 2016-2017 interventi già finanziati per quasi 70 milioni di euro, 50 per la viabilità e 20 per l'edilizia scolastica. Tra i cantieri partiti di recente ci sono quelli della ristrutturazione dell'ex Deledda di Modena e dell'ampliamento del Meucci a Carpi, oltre alle manutenzioni sulla rete delle strade e per i dissesti in montagna. I fondi in questione, tuttavia, rappresentano risorse provenienti "esclusivamente da altri enti, con destinazione vincolata al singolo progetto: dal fondo per la ricostruzione alla Banca europea degli investimenti, dalla Regione alla società Autostrade", segnala ancora Muzzarelli.

(DIRE)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia ancora senza fondi, Muzzarelli scrive nuovamente al Governo

ModenaToday è in caricamento