rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Politica Accademia Militare / Piazza Roma

Pedonalizzazione di Piazza Roma, il Tar respinge l'istanza dei comitati

Il Tribunale Amministrativo dell'Emilia-Romagna non ha ravvisato irregolarità nei procedimenti per la riqualificazione della piazza. Lo ha comunicato il sindaco Giorgio Pighi durante la seduta del Consiglio di ieri

Si spiana ulteriormente la strada verso la completa pedonalizzazione di Piazza Roma, che Sindaco e Giunta hanno anche di recente ribadito fra le assolute priorità di questi ultimi scampoli di consigliatura, prima delle elezioni amministrative del 25 maggio. Il Tar dell’Emilia Romagna ha infatti respinto l’istanza cautelare, cioè la richiesta di sospensiva dei lavori di riqualificazione di piazza Roma, avanzata dal comitato che aveva presentato la delibera di iniziativa popolare per sospendere l’intervento, bocciata dal Consiglio comunale il 14 novembre scorso.

A comunicarlo è stato lo stesso sindaco Giorgio Pighi nel corso della seduta del Consiglio comunale di ieri pomeriggio, leggendo le motivazioni citate nell’ordinanza. Il Tar ha ritenuto che “non si ravvisano consistenti elementi di ‘fumus boni iuris’, considerato anche che alcune censure attengono al merito delle scelte amministrative discrezionali, altre riconducibili sostanzialmente a profili di sviamento per il perseguimento di finalità diverse da quelle dichiarate, sono indimostrate, mentre è legittima la omissione del progetto definitivo ove l’esecutivo ne abbia i contenuti e, come nella fattispecie, non occorra attivare alcuna procedura espropriativa mediante dichiarazione implicita di pubblica utilità”.

In altre parole, il Tribunale Amministrativo non ha ravvisato nelle scelte del Comune sulla pedonalizzazione un interesse “clientelare”, come il comitato aveva fatto intuire ai giudici, né alcun vizio formale che impedisca di procedere con il progetto così come approvato da Giunta e Consiglio Comunale. Pare perciò che le armi a disposizione di comitati, associazioni di categoria e forze politiche di opposizione si siano ormai esaurite e che il destino della Piazza ricalcherà in toto le decisioni adottate dall'Amministrazione dopo la bocciatura della delibera popolare. Via ai lavori nelle prossime settimane e completamento secondo la tabella di marcia che sarà definita da chi uscirà vincitore dalle elezioni amministrative di maggio – o, con buona probabilità, da quelle del 2 marzo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedonalizzazione di Piazza Roma, il Tar respinge l'istanza dei comitati

ModenaToday è in caricamento