menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Esondazione del Tiepido, per la Regione è colpa dei Comuni

Per la Regione la responsabilità di strade e ponti ricade sui Comuni, cui spetta la manutenzione. Per questo motivo le difficoltà per l'esondazione del Tiepido spettano solo al Comune di Modena

Tutta colpa delle amministrazioni locali, che devono mantenere in condizioni i ponti in condizioni idonee secondo quanto stabilito dal regio decreto del 1904. Così la Regione Emilia Romagna, di fatto, scarica la responsabilità sulle amministrazioni comunali per l'esondazione del torrente Tiepido che lo scorso aprile tagliò fuori a causa dell'acqua alta la frazione di Paganine, straripando dopo qualche ora di pioggia. 

La posizione dell'ente si evince dalla risposta all'interrogazione del consigliere Andrea Leoni (FI-PdL), che aveva interrogato sul tema. Secondo via Aldo Moro "...i lavori ai fiumi e torrenti che avessero per l'unico oggetto la conservazione di un ponte o di una strada pubblica, ordinaria o ferrata, si eseguono e si mantengono a spese esclusive di quella amministrazione a cui spetta la conservazione del ponte o della strada", oltre che su proprietari e frontisti.

La Regione afferma inoltre di "non aver ricevuto alcuna segnalazione sulla questione da parte dei cittadini", come invece segnalato dal consigliere. "Una cosa è certa: anche nell'aprile scorso un evento atmosferico ha messo in luce la difficoltà di comunicazione e di intervento tra le varie istituzioni, Aipo, Comune di Modena, Provincia e Regione Emilia Romagna", sottolinea Leoni "e come sempre, c'è stato il rimpallo delle responsabilità ma alla fine quelli che pagano questo perenne regime di incertezza sono i cittadini". (DIRE)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia. A Modena circolazione sospesa lungo il percorso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento