rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Politica Castelnuovo Rangone

Revoca della cittadinanza a Mussolini, anche Castelnuovo approva

L'istanza è stata votata dalla sola maggioranza di centrosinistra

Castelnuovo Rangone ha revocato durante il Consiglio comunale del 12 aprile la cittadinanza onoraria a Benito Mussolini. Dopo l'approvazione a Vignola e la bocciatura a Carpi, la campagna del centrosinistra prosegue, ma a Castelnuovo incontra solo il voto favorevole del centrosinistra: contrari dei gruppi consiliari Lega Nord e Il Centrodestra per Castelnuovo e Montale.

La capogruppo del centrosinistra ha commentato: “Pensavamo che la revoca della cittadinanza onoraria a Mussolini, in quanto dittatore e quindi antitetico ai valori democratici su cui si basa il nostro Consiglio comunale, non avrebbe avuto bisogno di essere discussa. Nel Consiglio del 12 aprile, ci saremmo aspettati un voto unanime, come è successo anche in altri Consigli comunali della provincia. Al contrario, abbiamo ascoltato gli interventi dei consiglieri di minoranza con crescente sorpresa: da una parte Forghieri ha fatto l’elenco delle cose buone fatte durante il fascismo e dall’altra Boni ha continuato a dire che i problemi sono ben altri, tentando di spostare la discussione su dittatori di sinistra, che però non hanno la cittadinanza castelnovese. I due consiglieri di minoranza presenti, nonostante a parole condannassero Mussolini e la dittatura fascista, nei fatti hanno strizzato l’occhio a tutti i nostalgici votando contrari alla revoca della cittadinanza onoraria. Il fatto ci pare particolarmente grave dato che Forghieri è arrivato a definire la marcia su Roma ‘quasi una scampagnata’, minimizzando quindi il carattere fortemente antidemocratico e violento tipico dell’ideologia fascista".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Revoca della cittadinanza a Mussolini, anche Castelnuovo approva

ModenaToday è in caricamento