Politica

Rinnovo delle cariche in Provincia, si vota per Presidente e consiglieri

Il 31 ottobre le elezioni provinciali: al voto solo i sindaci e consiglieri comunali. Muzzarelli lascia per regolamento, il presidente sarà scelto fra i 13 sindaci dei comuni in cui non si voterà nel 2019

Si svolgeranno mercoledì 31 ottobre le elezioni del nuovo presidente della Provincia e dei componenti del Consiglio provinciale che saranno eletti dai sindaci e dai consiglieri comunali; le operazioni di voto avverranno dalle ore 8 alle 20 nella sede della Provincia in viale Martiri della Libertà 34.

La data delle elezioni, unificata a livello nazionale dal decreto Milleproroghe,  approvato nei giorni scorsi, ha fatto scattare le procedure per l'organizzazione del voto, previste dalla legge Delrio, a partire dalla composizione dell'ufficio elettorale e dall'individuazione degli aventi diritto al voto, fino alla scadenza per la presentazione di liste e candidati (il 10 e 11 ottobre). Tutte le informazioni sono disponibili nel sito dell'ente.
Presidente e consiglio (composto da 12 consiglieri), infatti, sono eletti da circa 700 tra sindaci e consiglieri comunali (il numero definitivo sarà formalizzato nei prossimi giorni sulla base delle comunicazioni dei Comuni).

Sono eleggibili alla carica di presidente, i sindaci non in scadenza nei prossimi 12 mesi: tenendo conto che nella primavera del 2019 si voterà per le elezioni comunali in gran parte dei Comuni anche a Modena, potranno candidarsi alla presidenza della Provincia 13 sindaci, quelli appunto dei Comuni nei quali non si voterà il prossimo anno: Camposanto, Castelnuovo Rangone, Finale Emilia, Guiglia, Montefiorino, Novi, Palagano, Pavullo, Polinago, Serramazzoni, Sestola, Vignola e Zocca.

Sono eleggibili alla carica di consigliere provinciale tutti i sindaci (anche se in scadenza) e i consiglieri comunali. Il corpo elettorale provinciale di Modena è suddiviso in sei fasce demografiche al fine di proclamare gli eletti con il metodo del voto ponderato che assegna un peso diverso ai comuni  seconda del numero di abitanti; per ciascuna fascia, quindi, è prevista una scheda elettorale di colore diverso.     
L’elezione del presidente della Provincia avviene sulla base della presentazione di candidature, sottoscritte da almeno il 15 per cento degli aventi diritto, mentre l’elezione del Consiglio provinciale avviene sulla base di liste composte da almeno sei candidati (massimo 12) e devono essere sottoscritte da almeno il cinque per cento degli aventi diritto. 

Dopo la legge di riforma, la Provincia ha competenza su viabilità e trasporti, edilizia scolastica e pianificazione della rete scolastica, assistenza tecnico amministrativa agli enti locali, pianificazione territoriale e pari opportunità. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rinnovo delle cariche in Provincia, si vota per Presidente e consiglieri

ModenaToday è in caricamento