rotate-mobile
Politica Piazza Grande, 1

La riscossione dell TARI resta nelle mani di Hera anche nel 2015

L'assessore al bilancio Carla Ludovica Ferrari: "Con l'affidamento diretto a Hera, in qualità di gestore del servizio di raccolta rifiuti, il Comune ha ottenuto condizioni economiche migliorative. Come Comune inoltre ci aspettiamo, e ci auguriamo, di arrivare al più presto alla tariffa puntuale sui rifiuti, come annunciato dal Governo".

La situazione non cambia. La TARI resta nelle mani di Hera anche per tutto il 2015, anche se il costo sarà calerà del 5% rispetto alle condizioni contrattuali del 2014. Il Comune non avrebbe potuto assorbire questa incombenza perché, in base alle direttive del Governo, non possono essere assunti nuovi impiegati, cosa che si sarebbe resa indispensabili. Come detto il costo del servizio però si abbasserà perché, sfruttando la possibilità offerta dal decreto legislativo 66 del 2014, il Comune di Modena ed Hera hanno concordato di ridurre del 5 per cento, rispetto alle condizioni contrattuali del 2014, il corrispettivo spettante al gestore che passa così dal 2,36 al 2,24 per cento.

L’annuncio arriva dall’assessore al bilancio Carla Ludovica Ferrari, in risposta all’interrogazione dell’odierno consiglio comunale del consigliere Luigia Santoro del Nuovo Centro Destra, la quale si chiede se si ritiene “opportuno non prorogare oltre il termine il servizio a Hera, affidando la riscossione della Tari direttamente al Comune di Modena, già a partire dal 2015 e di individuare al più presto l’ufficio idoneo, oppure se si intenda almeno affidare il servizio tramite bando di gara pubblico”.
A tale domanda l’assessore Ferrari ha risposto che “attraverso l’affidamento diretto a Hera, in qualità di gestore del servizio di raccolta rifiuti, il Comune ha ottenuto condizioni economiche migliorative rispetto alla gara Intercenter a evidenza pubblica. Come Comune inoltre ci aspettiamo, e ci auguriamo, di arrivare al più presto alla tariffa puntuale sui rifiuti, come annunciato dal Governo”.

Il consigliere Luigia Santoro si è detta perplessa e, infatti, ha dichiarato: “Questa ci era stata presentata come delibera provvisoria, e già così ci era sembrata un regalo a Hera. Ora abbiamo il tempo per modificare le cose, riportare il servizio all’interno del Comune e risolvere il problema del personale dedicandovi quello eccedente della Provincia. La gestione inizialmente avrebbe un costo ma garantirebbe un servizio già organizzato per i prossimi anni”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La riscossione dell TARI resta nelle mani di Hera anche nel 2015

ModenaToday è in caricamento