rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Politica

Elezioni in diretta | Seggi contesi nel modenese, agli uninominali il centrosinistra fa 4 su 5

Tutti gli aggiornamenti della notte elettorale. Il territorio modenesi si conferma nella sua vocazione di centrosinistra, ma lo scarto è davvero minimo. Il centrodestra a sorpresa vince il seggio di Modena alla Camera

I cittadini italiani sono stati chiamati al voto domenica 25 settembre, dalle ore 7 alle ore 23, per il rinnovo della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica; due assemblee che per la prima volta si presenteranno in numeri ridotti per effetto della riforma costituzionale recante la riduzione dei parlamentari: 400 membri la Camera dei Deputati e 200 il Senato.

La sintesi dei risultati 

Exit poll sovrapponibili ai sondaggi delle ultime settimane. Poi proiezioni che "fanno male" a Lega e Pd. Il centrodestra (da oggi sbilanciato più a destra che al centro) ha vinto le elezioni. Giorgia Meloni è molto vicina (eufemismo) a Palazzo Chigi, sarà la prima donna premier. Fratelli d'Italia primo partito, Pd secondo (ma sotto al 20 per cento e con voci di un possibile passo indietro di Letta), M5s terzo e "soddisfatto" (sopra al 15 per cento) davanti alla Lega che collassa (al Nord quasi ovunque almeno doppiata da Fdi).

Il centrodestra, questo è il dato più importante, avrà in ogni caso una maggioranza autonoma anche al Senato, che era il vero unico dubbio della vigilia, sufficiente per navigare almeno in una prima fase con una certa tranquillità. Calenda e Renzi, che superano il 7 per cento, sembrano aver dragato voti più al Pd che a Forza Italia. Di Maio fuori dal parlamento. De Magistris e Paragone non raggiungono la soglia di sbarramento.Tra i principali leader stasera hanno parlato solo Meloni e Conte, i due che più di tutti escono rafforzati dalla tornata elettorale.

Ultimi aggiornamenti in diretta

ORE 7.45 - A Carpi e nella Bassa di impone il dem Andrea De Maria
L'esponente del Pd batte di misura il leghista Giuseppe Galati, ottenendo il seggio a Montecitorio

ORE 6.50 - Angelo Bonelli vince per il centrosinistra alla Camera nel collegio Terre di Castelli
Il leader dei Verdi supera la diretta concorrente, la leghista Benedetta Fiorini, con uno scarto di meno di 3 punti percentuali. Nei comuni modenesi del collegio, tuttavia, ottiene più consensi il centrodestra

Risultato a suo modo storico per il territorio modenese. Il collegio uninominale U04 va alla candidata del centrodestra Daniela Dondi. Sconfitto di misura Aboubakar Soumahoro

ORE 5.40 - Enza Rando è la senatrice eletta all'Uninominale a Modena
Enza Rando supera per un manciata di voti il rappresentante del centrodestra, il parlamentare uscente di Forza Italia Enrico Aimi. Poco più di un punto percentuale di scarto

ORE 5.30 - Il centrosinistra si aggiudica il seggio Uninominale delle Terre di Castelli al Senato
Nel collegio per buona parte "bolognese" il candidato del centrosinistra Pier Ferdinando Casini supera di slancio Vittorio Sgarbi del centrodestra

ORE 5.00 - Seggi contesi all'ultimo voto nel modenese
I seggi uninominali di Camera e Senato non sono ancora stati attribuiti con certezza, quando mancano una manciata di sezioni scrutinate. Gli esponenti di centrodestra e centrosinistra si contendono l'elezione all'uninominale fino all'ultimo voto sia a Modena che nella Bassa. Ormai certi invece per il centrosinistra i collegi "bolognesi" che comprendono i territori delle Terre di Castelli: Pie Ferdinando Casini eletto al Senato e Angelo Bonelli alla Camera.

ORE 4.40 - Senato (40mila sez. su 60mila): "Centrodestra al 44%, centrosinistra 26%"
Centrodestra al 44,26% (con 7.674.729 voti), centrosinistra al 26,83% (con 4.652.426 voti). Questo il quadro al Senato secondo i risultati di 40.606 sezioni su 60.399. Il Movimento 5 Stelle è al 14,95% (con 2.591.759 voti), Calenda al 7,71% (con 1.336.472).

In base ai dati del Viminale, a metà scrutinio (29.221 sezioni su 61.417), alla Camera è in testa la coalizione di centrodestra con il 43,70% mentre quella di centrosinistra è al 27,16%. Il Movimento 5 Stelle è al 14,76% e il terzo polo al 7,84%. Italexit è all'1,93%, Unione Popolare all'1,48%, Italia Sovrana Popolare all'1,28%, Vita allo 0,79%, Svp è allo 0,50%, la lista De Luca sindaco d'Italia allo 0,20%, Mastella noi di centro europeisti allo 0,11%, il Partito comunista italiano allo 0,09%, il Partito animalista allo 0,08%, Alternativa per l'italia - No green pass allo 0,07%, Partito della follia creativa allo 0,01%, la lista Free allo 0% e Forza del popolo allo 0%.

ORE 02.20 - La diretta riprenderà nelle primissime ore del mattino
E' possibile seguire gli aggiornamenti sulla nostra testata nazionale

ORE 02.06 - Aggiornamenti dagli scrutini del Senato
Quando sono state scrutinate circa il 50% delle sezioni del Senato, il candidato del centrodestra Enrico Aimi mantiene un esiguo vantaggio sulla rivale del centrosinistra Enza Rando. Nel collegio Terre di Castelli/Bologna, Pierferdinando Casini è invece passato ampiamente davanti a Vittorio Sgarbi.

ORE 01.20 - Primi dati dal Senato, centrodestra avanti nei collegi modenesi
I primi numeri ufficiali arrivano dallo scrutino dlle schede per il Senato. Nei due collegi nei quali è ricompreso il territorio modenese sono subito avanti i candidati del centrodestra (Enrico Aimi e Vittorio Sgarbi). Siamo a 15% delle sezioni scrutinate. 

ORE 00.55 - La sintesi per chi va a dormire all'una di notte
Exit poll sovrapponibili ai sondaggi delle ultime settimane. Poi proiezioni che "fanno male" a Lega e Pd. Il centrodestra (da oggi sbilanciato più a destra che al centro) ha vinto le elezioni. Giorgia Meloni è molto vicina (eufemismo) a Palazzo Chigi. Fratelli d'Italia primo partito, Pd secondo (ma sotto al 20 per cento), M5s terzo sopra la Lega. La domanda è sostanzialmente una: quanto sarà ampio dentro al centrodestra il distacco tra Fdi e Lega-Fi (il Carroccio è a sorpresa addirittura sotto al 10 per cento). Da quello probabilmente dipenderà il grado di autonomia dagli alleati che Meloni avrà nella formazione del governo. Alle elezioni regionali in Sicilia vince per distacco Schifani (centrodestra). 

ORE 00.05 - Le prime proiezioni
Le prime proiezioni: Lega sotto al 10 per cento, quasi appaiata a Forza Italia. Tutti i dettagli

tecne-5-2

ORE 00:00 - Affluenza nazionale crolla di 10 punti rispetto al 2018
Affluenza, il dato quasi definitivo: 63,97% basato sulle comunicazioni di 7.183 Comuni su 7.904. 10% in meno rispetto al 2018

Il territorio modenese si conferma più incline alla partecipazione democratica rispetto ad altre realtà nazionali, ma anche nella nostra provincia l'affluenza cala rispetto alla tornata elettorale di quattro anni fa, quando si era recato alle urne il 79,29% degli elettori.
Oggi la percentuale si ferma poco sopra il 72%. Come storicamente accaduto, il voto ha avuto percentuali più elevate nei maggiori centri urbani e più basse nella periferia, in particolare in Appennino.
ORE 23.32 - Tutti gli exit poll dicono "la stessa cosa"
I primi exit poll Opinio Rai per il Senato: 
  • Centro destra 41%-45%
  • Centro sinistra 25,5% 29,5%
  • M5s 13,5-17,5%
  • Lega 8,5-12,5%
  • Terzo Polo 6,5-8,5%
  • FI 6-8%
  • Italexit 0,5-2,5 %
  • Altre forze 4,0-6,0%

Al Senato in base ai primi exit poll del Consorzio Opinio Italia per la Rai la stima dei seggi, con una copertura del campione dell'80%, alle 23.00 indica per il centro destra una forchetta tra 111 e 131, per ii centro sinistra tra 33 e 53, per il M5s tra 14 e 34.  Azione e Italia viva sono stimati tra i 4 e i 12 seggi, Italexit zero seggi, altre forze tra 3 e 5.

ORE 23.25 - YouTrend: centrodestra avanti con distacco
L'instant poll Quorum/YouTrend per SkyTg24:

camera-4-7

senato 1-2

ORE 23.13 - Il nuovo governo dovrà ascoltare anche l'Italia che non ha votato
"L'astensione record di queste elezioni politiche dimostra l'assurdità di quello che è accaduto: una crisi mentre il governo di Mario Draghi stava ottenendo successi in economia e nell'approvvigionamento di energia; una campagna elettorale basata su programmi affrettati e sul discredito degli avversari; una legge elettorale che ha tolto agli elettori il potere di scegliere i parlamentari, assegnando loro soltanto la ratifica di nomi sconosciuti scelti dalle segreterie dei partiti. E una distanza abissale, anche nell'età di gran parte dei candidati, dalle risposte che i giovani si attendevano".

Il commento di Fabrizio Gatti su Today.it

ORE 23.07 - Exit Poll stima seggi coalizioni e principali liste non coalizzate per il Senato (fonte Rai)
Al centrodestra andrebbero tra 111 e 131 seggi, al centrosinistra tra 33 e 53 seggi, al Movimento 5 Stelle tra 14 e 34, ad Azione-Italia Viva tra 4 e 12.

ORE 23:05 - Ci siamo: i primi exit poll

I primi exit poll Swg: Fratelli d'Italia primo partito.

  • Fratelli d'Italia 25 (23-27 per cento)
  • Pd 20 (18-22 per cento)
  • M5s 15,5 (13.5-17.5 per cento)
  • Lega 11.5 (9.5-13.5 per cento)
  • Forza Italia 7 (6-8 per cento)
  • Azione Italia Viva 7 (6-8 per cento)
  • Verd-Sinistra 3,5 (3-4 per cento)
  • +Europa 2,5 (2-3 per cento)
  • ItalExit 2,5 (2-3 per cento)
  • Noi Moderati 1,5 per cento
  • Unione Popolare 1 per cento
  • Impegno Civico 1 per cento

ORE 23.00 - SI APRE LA DIRETTA ELETTORALE
L'apertura delle urne inizia subito dopo la chiusura dei seggi al pubblico. Attesa per il dato dell'affluenza delle ore 23.

I collegi proporzionali e quelli uninominali

Come previsto dalla legge elettorale l'Italia è divisa in collegi con un dato numero di elettori, all'interno delle quali i partiti e le coalizioni presentano liste con i propri candidati. Nei collegi plurinominali vige il meccanismo proporzionale, dove ogni partito o coalizione presenta una lista di candidati e ottiene i seggi in base ai voti ottenuti, purché superi la soglia di sbarramento del 3% (10% per le coalizioni). In questo modo vengono assegnati 392 seggi per la Camera e 122 per il Senato. Il restante 37% dei parlamentari vegono scelti attraverso i collegi uninominali (147 per la Camera e 74 al Senato) dove vince il candidato che prende, in un turno unico, anche solo un voto in più rispetto agli altri. Restano poi 12 collegi appartenenti alla Circoscrizione estera che decretano 8 deputati e 4 senatori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni in diretta | Seggi contesi nel modenese, agli uninominali il centrosinistra fa 4 su 5

ModenaToday è in caricamento