rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Politica

Festa Pd, giovedì sera attesa la parlamentare Pd Rosy Bindi

Ancora una serata di politica, impegno civile e spettacolo alla Festa provinciale del Pd. Giovedì 12 settembre, dalle 21.00, al Palaconad, Andrea Carugati de L’Unità intervista la parlamentare Pd Rosy Bindi

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

La politica nazionale e le questioni interne al Pd, la Resistenza nel 70esimo anniversario, le aree naturali del bolognese: di questo parlerà, nella serata di giovedì 12 settembre, la Festa provinciale del Pd modenese in corso di svolgimento nell’area di Ponte Alto. Appuntamento centrale quello programmato al Palaconad: a partire dalle ore 21.00, il giornalista de L’Unità Andrea Carugati intervisterà la parlamentare Pd Rosy Bindi. Sempre alle 21.00, ma allo spazio Ricostituente, il giornalista e scrittore Daniele Biacchessi si cimenterà con “Orazione civile per la Resistenza. La Rossa primavera”.Biacchessi racconta la Resistenza dal vivo attraverso il teatro civile, la musica, le immagini, la poesia, l'emozione. La sua “Orazione Civile” è frutto di uno studio durato dieci anni su documentazione di archivio, giudiziaria e storica, libri, materiale multimediale. Si snoda attraverso il racconto dei luoghi dove sono stati uccisi i partigiani e dove si conserva ancora oggi la loro memoria attraverso lapidi e monumenti, musei, istituti storici. Per Milano, sono narrate le testimonianze degli antifascisti torturati dal reparto Speciale di Polizia di Pietro Koch a Villa Triste e dalla Legione Muti e dalla X MAS in via Rovello. Le altre tappe della narrazione sono Fosse Ardeatine, Sant'Anna di Stazzema, Benedicta, Fondotoce, La Storta, Montesole, Marzabotto, Fivizzano, Fucecchio, Vinca, Monzuno, via Tasso a Roma e molte altre ancora. Nello spettacolo in scena a Modena  le storie narrate da Daniele Biacchessi sono arricchite da quelle cantate dai Gang (Marino e Sandro Severini) nel cd "La rossa primavera", brani tratti dal repertorio del Gruppo e della Resistenza partigiana riadattata in chiave rock. Sempre alle 21.00, allo spazio Green, per il ciclo dedicato alla Settimana delle aree naturali, è in programma l’incontro dal titolo “Le aree protette bolognesi: dal Corno alle Scale ai Gessi Bolognesi, passando per il Monte Sole”, a cura dell’Ente di Gestione Parchi dell’Emilia Centrale.

Per quanto riguarda gli spettacoli, invece, dalle 21.30 all'Arena sul lago di scena l'alternative rock del Teatro degli Orrori, con il suo “A sangue freddo tour”. Formazione nata nel 2005 in una sala prove di Marghera, vicino a Venezia, unisce gli ex One Dimensional Man Pierpaolo Capovilla (voce), Giulio "Ragno" Favero (basso) e Francesco "Franz" Valente (batteria) a Gionata Mirai, già frontman dei Super Elastic Bubble Plastic, qui alla chitarra. L'esordio discografico nel 2007 con l'album "Dell'impero delle tenebre", che ottiene apprezzamenti unanimi da parte della critica, per certi versi sorpresa anche della scelta dell'italiano per i testi. Nel frattempo la band parte per la sua prima tournée, oltre un centinaio di date, culminate nel giugno del 2008 sul palco dell'Heineken Jammin' Festival al fianco dei Linea 77. Negli anni successivi al successo sempre crescente, si contrapporranno cambi di formazione e lavori paralleli per alcuni componenti del gruppo, che non mancheranno di suscitare polemiche anche accese fra i fan. A metà del 2011 la formazione tornerà ad essere quella dell'esordio, dando alle stampe il terzo disco "Il nuovo mondo", uscito a gennaio dell'anno successivo. Ora la band di Pierpaolo Capovilla torna in tour, ma lo fa riportando sul palco il suo lavoro più carismatico, “A Sangue freddo”, disco uscito nel 2009, definito un “carrarmato rock applicato alla musica d’autore”, rieditato per l'occasione in una versione rimasterizzata e arricchita con quattro brani precedentemente pubblicati solo su vinile (Fallo! e Nostalgia) e in digitale (Per nessuno) a cui si aggiunge il pezzo Refusenik, contenuto nella compilation prodotta dagli Afterhours “Il paese è reale”. Ad aprire il concerto del Teatro degli Orrori, saranno i Vintage Violence, rock band italiana nata a Lecco nel 2001, in tour con il suo ultimo album "Piccoli intrattenimenti musicali".

Sempre dalle 21.30 allo spazio El Baile la terza e conclusiva serata del progetto Flow Rida Flow Rida, iniziativa che nasce dalla collaborazione fra la realtà giovanile modenese e il circolo Cult Florida, per unire musica, cultura ed intrattenimento allo scopo di dare spazio alla scena hip hop / underground locale in tutte le sue forme. Come già accaduto nei due precedenti appuntamenti variegato anche il programma di quest'ultima serata che comprende un contest di breakdance, il live di koru e il dj set hip hop. Tutt'altra atmosfera in Balera con la Festa del Cantaitalia che vedrà alternarsi davanti al microfono diverse formazioni come D.T. 83, Chicco Fabbri e l’orchestra Varietà. Saranno ospiti della serata, inoltre, Gianni e Jonathan Dego, Nicola Congiu, Meri & Elisa. Serata multisport invece all'arena sportiva a cura di Uisp Modena. Dalle 19 sarà possibile cimentarsi con il frisbee o nel tennis tavolo con la Polisportiva Villa D’oro, oppure ancora partecipare ad una lezione di ginnastica del benessere – attività per la terza età. Allo spazio Diari di viaggio dalle 21.30 Stefania Ferrari presenta "Sri Lanka: l’isola che risplende". Infine alle 23.30 allo spazio GD/ARCI con Radio Antenna 1 dj set.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa Pd, giovedì sera attesa la parlamentare Pd Rosy Bindi

ModenaToday è in caricamento