rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Politica Serramazzoni

Comune travolto dagli scandali, il Sindaco di Serramazzoni si dimette

Dopo l'arresto in flagranza di reato del tecnico comunale scoperto con una tangente in mano, il Sindaco Sabina Fornari ha rassegnato le dimissioni a soli due mesi dalla vittoria alle elezioni per una manciata di voti

"Mi auguro tuttavia che il mio festo contribuisca a ridare serenità ad una comunità in questi giorni attonita peri l recente arresto del tecnico comunale, ma già da qualche mese di certo sconcertata da una martellante campagna di delegittimazione nei miei confronti". Con queste parole, l'ormai ex Sindaco di Serramazzoni Sabina Fornari ha annunciato pubblicamente le proprie dimissioni dall'incarico inviando una missiva al quotidiano modenese "Prima Pagina" in seguito all'arresto da parte della Finanza del geometra comunale Enrico Tagliazucchi, colto sul fatto mentre incassava una tranche da 500 euro in contanti di una tangente da 20mila euro. La decisione di rinunciare è giunta nella serata di ieri poco prima delle ore 19 al termine di un lungo incontro con i suoi legali. Il futuro? Commissariamento ed elezioni nel 2013 in concomitanza con le politiche.

LETTERA - "Ho cercato di lanciare segnali di novità e di svolta - ha aggiunto Sabina Fornari - registrando l'assoluto disinteresse delle opposizioni, venendo poi sopraffatta dai noti eventi. Dubito peraltro fortemente che i miei attuali avversari offrano reali garanzie di cambiamento e miglioramento del quadro politico e amministrativo locale". Nonostante i soli due mesi trascorsi alla guida del comune appenninico, l'ex assessore all'urbanistica dell'ultima discussa Giunta Ralenti si augura di ottenere "un giudizio equilibrato sulle vicende amministrative" delle quali si è occupata.

RINGRAZIAMENTI - Consegnata al Comune e protocollata nella mattinata odierna, la lettera si conclude con un ringraziamento per gli amici che hanno sostenuto la sua competizione elettorale: "Li esorto a non demoralizzarsi e a continuare ad interessarsi alla politica, poiché sfido chiunque a dimostrare che non abbiano esercitato, pur nel tempo minimo che a loro è stato concesso, in modo impeccabile il mandato loro conferito dagli elettori".

INNOCENTE - Nel qual mentre, prosegue la querelle giudiziaria che coinvolge il tecnico Tagliazucchi. Interpellato dalla giornalista di Prima Pagina Michela Rastelli, l'avvocato difensore Roberto Ghini, commentando la derubricazione dell'accusa da concussione a corruzione, ha spiegato come il suo assistito sia intenzionato a dimostrare la propria innocenza: "Siamo convinti che non sussista alcun reato - ha affermato il legale - nemmeno quello di corruzione. Non vi sono elementi che possano far ritenere che vi sia stata la dazione di una somma di denaro illecita. Perciò - ha concluso - il mio assistito si ritiene innocente".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune travolto dagli scandali, il Sindaco di Serramazzoni si dimette

ModenaToday è in caricamento