rotate-mobile
Politica Sacca

Sacca, il Pd prova a ricucire lo strappo con il quartiere in un percorso partecipativo

Si riparte dal Campo Cesana, che ormai dieci anni fa fu sottratto all'edificazione: un tentativo per riallacciare il dialogo dopo il dissenso scaturito dall'odierno progetto del Polo Conad

"Il Partito democratico della città di Modena ha avviato un percorso partecipativo, al quale sono invitati tutti i cittadini, le associazioni e il comitato Sacca, per ascoltare idee e proposte per un quartiere Sacca rinnovato e più vivibile". Lo annunciano i consiglieri comunali del Pd modenese - Carpentieri, Venturelli, Lenzini, Franchini e Bignardi - chiamati ancora una volta a far fronte ad una spinosa questione di urbanistica che scontenta i residenti. Il riferimento è ovviamente al futuro polo logistico Conad nell'area ex Civ&Civ, che ha creato un ampio fronte di dissenso e tensioni anche all'interno della stessa maggioranza di centrosinistra.

In una zona della città in cui storicamente il Partito Democratico è forte, i rappresentanti dem passano quindi alle contromisure. Lo fanno nel solco di un caso per certi versi analogo, che diede vita ad un comitato di quartiere ormai oltre dieci anni fa: la riqualificazione del campo da calcio "Cesana"

"Ricordiamo cosa avvenne quando, a seguito della decisione di non costruire residenze nell’ex Campo Cesana, scelta sostenuta dal Pd e dal Quartiere n.2, si procedette ad una riqualificazione che ha visto la nascita di un campetto in erba sintetica, di un ampliamento del giardino della vicina scuola d’infanzia e di un’arena, nella parte finale dell’area", ricordano i consiglieri Pd guidati dall'allora presidente di Circoscrizione Antonio Carpentieri. Dieci anni fa i cittadini la spuntarono, facendo tramontare l'idea di edificazione di alloggi su quel terreno, allora sostenuta dall'assessore Daniele Sitta. 

Il Pd prosegue: "Ora è il momento della seconda fase, per completare la riqualificazione dell’ex Campo Cesana e per la manutenzione e pulizia delle strade e degli arredi urbani dell’Area nord della città. Lo spazio in questione è importante e centrale per un rilancio urbanistico del rione e per questo il Partito democratico intende preparare una proposta complessiva da sottoporre all’amministrazione comunale. Per far ciò riteniamo utile un confronto con i cittadini, le associazioni e il comitato del Rione Sacca per arrivare insieme a formulare proposte concrete, attraverso un semplice ma efficace percorso partecipativo che coinvolga chi ha a cuore il quartiere e questo spazio".

Si parte dunque domenica 6 novembre proprio al Campo Cesana, alle ore 10.30, per un primo sopralluogo dell’area, poi il confronto proseguirà alla polisportiva Sacca. "Pd città di Modena e Gruppo consiliare seguiranno il progetto e porteranno all’amministrazione comunale la voce e le proposte del rione - garanriscono Carpentieri, Venturelli, Lenzini, Franchini e Bignardi - Inoltre, partendo sempre dall’ascolto e dal confronto con chi vive e lavora nella zona, riteniamo necessario e urgente accelerare la manutenzione delle strade e dell’arredo urbano nell’Area nord della città, con particolare riferimento al rione Sacca, affinché il completamento della riqualificazione dell’ex Campo Cesana e la cura degli spazi pubblici possano aumentare la qualità della vita dei suoi cittadini. Anche su questo punto, siamo disponibili ad ascoltare, nel percorso partecipativo, le necessità e condividere con gli interessati le priorità da indicare all’amministrazione comunale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sacca, il Pd prova a ricucire lo strappo con il quartiere in un percorso partecipativo

ModenaToday è in caricamento