menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'addio di Martini e Petrapoulacos, il saluto in Consiglio Comunale

Relazione sullo stato dell'arte di Azienda Usl e Policlinico per i due Direttori Generali uscenti, ieri 26 febbraio in Municipio. Muzzarelli e Maletti regalano aceto, ma restano tensioni e tanti problemi irrisolti

"Sono qui per un saluto e un commiato allo stesso tempo...". Si congeda così Licia Petropulacos da Modena oggi in Consiglio comunale. L'ormai ex dg del Policlinico sarà nominata domani in Regione nuovo direttore generale della direzione Sanità e politiche sociali, chiusa l'era del predecessore Tiziano Carradori. Petropulacos riepiloga lo stato dell'arte del Policlinico e della sua ricostruzione al fianco della dg dell'Ausl Mariella Martini, a sua volta in partenza da Modena dopo che aveva già chiesto di andare in pensione. 

Ma è sulla prima manager che si concentrano le attenzioni in aula, anche alla luce dei retroscena sui 'consigli' del sindaco Gian Carlo Muzzarelli al conterraneo governatore Stefano Bonaccini, che ha deliberato il 23 febbraio sulle nuove nomine regionali. Ha sorriso Muzzarelli in Consiglio: "Sono stati anni pieni di emergenze, dal terremoto all'alluvione. Martini va in pensione e per questo si divertirà... Petropulacos è chiamata ad un altro strategico impegno, sarà per noi un riferimento fondamentale e quotidiano". Il sindaco ha rilanciato quindi l'urgenza della riorganizzazione delle sedi Ausl in città, "fondamentale", senza dimenticare di "dare prospettiva a Medicina e Chirurgia", la Facoltà Unimore da tempo in stallo (ci lavora il nuovo preside Giovanni Pellacani). 

Al di là delle frasi di rito, non è un mistero che il sindaco-presidente della Provincia, che guida anche la conferenza socio-sanitaria territoriale, gradisse un cambio al Policlinico: troppi gli screzi tra l'ex dg dell'Ausl di Forlì col rettore Angelo Oreste Andrisano (mancano tuttora i primari di Cardiologia, Oncologia e Ginecologia, tutti di nomina universitaria), troppo poca l'integrazione con l'ospedale di Baggiovara, solo per citare alcuni problemi.

Altri sorrisi ci sono stati alla premiazione voluta da Muzzarelli, che alla fine ha consegnato in aula a Petropulacos e Martini alcune bottiglie di aceto balsamico. Il tutto di fronte alla presidente del Consiglio Francesca Maletti, anche da ex assessore al Welfare vicina a Petropulacos in questi anni: non a caso, Maletti ha ringraziato lei e Martini "anche per i magoni" degli ultimi tempi. 

Poche ma incisive parole, infine, sulla successione a Ivan Trenti in arrivo da Reggio Emilia (Martini sarà sostituita da lunedì da Massimo Annichiarico): "Lascio in buone mani, Trenti è un modenese con un'esperienza straordinaria e farà molto meglio di me... In Regione troverò davvero una bella squadra, ci sono più donne e più giovani. Questo riequilibra alcune dinamiche, e finalmente- saluta Petropulacos-  non sarò più il direttore generale più giovane dell'Emilia-Romagna". (DIRE)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni anti-Covid, si apre la prenotazione per i 60-64enni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento