rotate-mobile
Politica

Ultimatum al Comune, la cordata di Samorì e Gibellini pronta a ritirarsi fra cinque giorni

La società US Modena, in lizza con le altre due nel bando comunale, ha dichiarato che se l'Amministrazione non deciderà in tempi brevi verranno meno le condizioni per costruire un progetto sportivo in tempo utile per la prossima stagione

Ancora acque agitate intorno al futuro del Modena Calcio. La "cordata" guidata da Gianpiero Samorì e rappresentata dal Presidente Gianni Gibellini torna a usare toni diretti e stringenti nei confronti dell'Amministrazione Comunale. Sul piatto c'è il lavoro della commissione che sta esaminando i progetti imprenditoriali presentati dalle tre compagini societarie che hanno aderito al bando voluto da Muzzarelli, scaduto lo scorso 24 aprile. 

A due settimane dalla scadenza non si conoscono ancora i giudizi degli esperti: proprio questa è la critica mossa dalla società Us Modena Calcio SSDRL, preoccupata dall'allungamento dei tempi. Come hanno spiegato oggi in conferenza stampa i diretti interessati, di fronte alla lentezza della commissione non si possono avere garanzie di dare vita ad un progetto efficace in tempo per la prossima stagione calcistica di Serie D.

Con una squadra che deve essere costruita pressoché da zero, sia nella struttura dirigenziale, che in quella tecnica, che soprattutto nella rosa dei giocatori, è chiaro che ogni giorno che passa rende più complesso il lavoro della società che riscatterà il marchio del defunto club canarino. La compagine di Samorì e Gibellini ha messo ben in chiaro che ormai il tempo è agli sgoccioli e lo ha fatto con un ultimatum secco: se entro il 15 di maggio la commissione non darà la propria risposta, la società si ritirerà.

Le due anime dell'US Modena Calcio hanno usato parole nette, come quelle di Gibellini, preoccupato di non poter costruire una squadra valida per le ristrettezze temporale di fatto imposte dall'Amministrazione Comunale: "Non voglio perdere la reputazione, perché abbiamo messo la faccia quando non c’era nessuno. Il tempo è galantuomo, prima o poi salterà fuori la verità. Non si può aspettare così tanto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ultimatum al Comune, la cordata di Samorì e Gibellini pronta a ritirarsi fra cinque giorni

ModenaToday è in caricamento