rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
Politica

San Prospero, Antonio Morselli (Lega): "No al centro culturale islamico"

"Questi centri, presentati di solito come strumenti di integrazione, ottengono l’effetto opposto. Diventano delle isole culturali ed etniche impermeabili che aumentano la percezione della diversità tra italiani e stranieri"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

Sfruttando le ferie d’agosto il Comune di San Prospero ci riprova. Ci è stato segnalato da fonte attendibile che la Giunta intende consentire l’apertura di un Centro Culturale islamico, altrimenti detto una moschea, in una zona commerciale sul territorio comunale. La Lega Nord ritiene questo proposito assolutamente sbagliato e si attiverà subito per impedirne la realizzazione.

Già nel 2009 la Giunta tentò una simile operazione nella zona artigianale La Valletta, ma allora la mobilitazione popolare che consentì di raccogliere in pochissimo tempo oltre 900 firme frenò gli ardori del sindaco. Ora si vocifera che siamo al secondo round. Premesso che riteniamo l’escamotage di utilizzare il periodo delle vacanze per far passare un provvedimento impopolare un mezzuccio irrispettoso dei cittadini e della cultura democratica, riteniamo utile motivare la nostra contrarietà, che ci porterà nei prossimi giorni a mobilitarci sul territorio.

Il numero di potenziali frequentatori del Centro Culturale/moschea non è tale da legittimarne l’apertura, e da giustificarne le conseguenze negative. Una realtà di questo tipo, con i problemi sociali che inevitabilmente si trascina dietro, realizzata in un’area commerciale sarebbe infatti un ulteriore duro colpo per un settore già in crisi. E non ci sembra opportuno che l’amministrazione anziché aiutare chi è in difficoltà, infierisca ulteriormente Inoltre questi centri culturali, presentati di solito come strumenti di integrazione, ottengono in realtà l’effetto opposto. Diventano delle isole culturali ed etniche impermeabili che aumentano la percezione della diversità tra italiani e stranieri. San Prospero non è pronta per ospitare micro ghetti. La nostra opposizione sarà risoluta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Prospero, Antonio Morselli (Lega): "No al centro culturale islamico"

ModenaToday è in caricamento