Venerdì, 25 Giugno 2021
Politica Sant'Ambrogio / Via Bonvino

Ex Emiliana Rottami, scaduti i termini per la bonifica dell'amianto in via Bonvino

I consiglieri Piccinini e Zanoli si sono recati alla Tenenza dei Carabinieri di Castelfranco Emilia per esporre il fatto, in attesa di conoscere le decisioni del sindaco Zuffi

Sono scaduti oggi i termini che il Sindaco di San Cesario sul Panaro - con ordinanza del 27 febbraio - ha concesso al Curatore fallimentare e all'ex titolare dell'ex Emiliana Rottami per la bonifica delle coperture in amianto presenti presso lo stabilimento di via Bonvino a Ponte Sant'Ambrogio, in frantumi dopo la grandinata della scorsa estate. 

Con una lettera inviata al Sindaco il mese scorso, il Curatore ha chiesto una proroga per la bonifica a causa dei problemi generati dall'emergenza coronavirus.

"Ad oggi però non sappiamo se il Sindaco ha concesso la proroga o se l'ordinanza è stata rispettata. Men che meno lo sanno le persone che abitano nella zona di Sant'Ambrogio che non sanno quello che respirano - commentano i consiglieri Sabina Piccinini (Nuovo San Cesario) e Mirco Zanoli (Rinascita Locale) - La mancanza di informazioni è totale: né il Sindaco, né l'assessore all'ambiente comunicano con i nostri Gruppi Consiliari, nonostante le ripetute richieste avanzate. Dopo averne informato il Prefetto, oggi pomeriggio ci siamo recati alla Tenenza dei Carabinieri di Castelfranco Emilia".

"Scriveremo nuovamente al Sindaco confidando che si decida finalmente a rispondere alle nostre legittime richieste, nel rispetto della nostro ruolo di Consiglieri, che semplicemente intendono svolgere il loro lavoro a tutela della salute della comunità", chiosano i due esponenti dell'oppsizione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Emiliana Rottami, scaduti i termini per la bonifica dell'amianto in via Bonvino

ModenaToday è in caricamento