rotate-mobile
Politica San Prospero

Ricostruzione, il Presidente del Senato Schifani nella Bassa Modenese

La seconda carica dello stato in visita a Finale Emilia e a San Prospero: "Nell'Emilia terremotata dovrebbero arrivare tra i 50 e 60 milioni di euro: qui ho trovato lavoro egregio di tanti sindaci e tanti imprenditori"

Quella di oggi è stata una lunga giornata modenese per il Presidente del Senato Renato Schifani: dopo essere stato accolto in centro a Modena dalle autorità civili, la seconda carica dello stato si è recata nella Bassa Modenese per potere fare in prima persona il punto sull'opera di ricostruzione.

A margine della visita in un'azienda fortemente danneggiata dal sisma, la Tpl di San Prospero, Schifani ha voluto ricordare l'arrivo di risorse per la Bassa: "A breve arriveranno i risparmi del Senato, i 21 milioni di euro che il Senato ha restituito al Ministero dell'Economia chiedendo e auspicando che possano essere diretti nella terre colpite dal sisma. Faremo di tutto - ha spiegato - perché a breve venga approvata una piccola norma che consenta questo storno: la faremo in tempi immediati". Sempre sul fronte dei fondi da destinare alle zone colpite dal sisma, Schifani ha poi aggiunto che "a giorni il presidente del Consiglio attribuirà alle zone disagiate del Paese, quindi a quelle terremotate e alluvionate, le somme risparmiate grazie all'approvazione tempestiva della riduzione dei finanziamenti ai partiti. In Emilia dovrebbero arrivare tra i 50 e 60 milioni di euro". Schifani ha invitato ad avere fiducia nelle istituzioni, "perché le Istituzioni stanno facendo quadrato, quelle centrali ,quelle regionali, quelle locali. Vi è un sistema che funziona, di solidarietà che non è assistenzialismo ma sostegno". Assistenzialismo che la gente dell'Emilia non vuole perché si è già rimboccata le maniche per ripartire. "Lo fate con grandissima dignità e con grandissimo decoro - ha proseguito il presidente del Senato - e di questo siamo orgogliosi perché dimostrate che il paese ha al proprio interno realtà sane che non si inchinano davanti alle disgrazie".

Schifani si è intrattenuto a pranzo con i lavoratori e le lavoratrici della Tpl, attiva nella carpenteria industriale e nella produzione di particolari in acciaio inossidabile: prima di sedersi a tavola, ha visitato l'intera azienda ospitata, in questi tempi, in un capannone temporaneo. "Siamo venuti qui per testimoniare la nostra presenza - ha raccontato il presidente del Senato - dopo alcuni mesi, per verificare l'andamento della ricostruzione. Ho trovato tanti imprenditori e tanti sindaci che stanno lavorando in maniera eccellente e generosa e che costituiscono un esempio per l'altra parte d'Italia che, purtroppo, sta male e, ha concluso, va guardata con grande considerazione". Prima di arrivare a San Prospero e alla Tpl, il presidente del Senato ha visitato il centro storico di Finale Emilia, fermandosi, sotto la pioggia battente, con diversi cittadini e in diversi esercizi commerciali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricostruzione, il Presidente del Senato Schifani nella Bassa Modenese

ModenaToday è in caricamento