Sciopero, Pd: "Manovra, battaglia in sintonia con la Cgil"

Una delegazione guidata dal segretario Baruffi ha incontrato i vertici del sindacato in vista dello sciopero generale di domani: “Saremo presenti alla manifestazione”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

Una delegazione del Partito democratico di Modena guidata dal segretario provinciale Davide Baruffi ha incontrato questa mattina la segreteria della Cgil, in vista dello sciopero generale di domani contro la manovra del governo. Della delegazione del Pd facevano parte anche Paolo Negro e Roberto Solomita, della segreteria provinciale, e Luca Gozzoli, capogruppo in Consiglio provinciale.

“C’è una sostanziale sintonia con la Cgil sul merito – ha dichiarato Baruffi al termine dell’incontro – e un giudizio fortemente negativo su una manovra che noi riteniamo inadeguata, iniqua e senza sviluppo. Condividiamo i contenuti della piattaforma su cui la Cgil ha proclamato lo sciopero generale e per questo saremo presenti domani alla manifestazione, a Modena come nel resto delle piazze italiane. Parteciperemo con i nostri militanti, i nostri dirigenti, i nostri amministratori ed eletti”.

Il segretario del Pd ha inoltre espresso preoccupazione “per l’intervento a gamba tesa del governo che, con l’art. 8 del decreto sulla manovra, attacca pesantemente i diritti dei lavoratori e l'autonomia delle parti sociali, scavalcando l’accordo del 28 giugno che aveva visto finalmente insieme Cgil, Cisl e Uil”.

“Accanto alla battaglia in Parlamento – ha aggiunto Baruffi – per colpire l’evasione fiscale, avere un contributo dai grandi patrimoni e contenere i tagli agli enti locali e ai servizi alle famiglie, abbiamo avviato una grande mobilitazione nella società, raccogliendo firme sulle nostre controproposte e assicurando la nostra presenza ovunque si manifesti contro questa manovra”.

Torna su
ModenaToday è in caricamento