rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Politica

Mancate assunzioni per il personale scolastico, indetto lo sciopero Cgil

Il Ministero non procede alle immissioni in ruolo del personale tecnico-amministrativo e Ata, scatenando l'ira della Flc/Cgil che proclama lo stato di agitazione. A Modena sono 123 i lavoratori "bloccati"

Proclamato stamattina lo stato di agitazione del personale scolastico tecnico-amministrativo e dei collaboratori scolastici (personale Ata) su tutto il territorio nazionale: la decisione è stata presa dal sindacato scuola-università Flc/Cgil dopo che nell’incontro di una settimana fa con il Ministro Maria Chiara Carrozza, le richieste del sindacato sulla situazione del personale non sono state accolte.

Alla base dello sciopero vi sono  innanzitutto le mancate immissioni in ruolo per i lavoratori, che da un anno restano in situazione precaria, nonostante vi siano molti posti liberi da occupare all'interno degli istituti scolastici di diverso grado. A Modena e provincia si tratta di mancate immissioni in ruolo per 123 collaboratori scolastici, 23 assistenti amministrativi, 11 assistenti tecnici, 17 Dsga (Direttore servizi generali e amministrativi), di cui 9 sono attualmente “in reggenza” (un Dsga si sdoppia su due scuole) e 8 posti sono ricoperti da assistenti amministrativi.

Vi è poi ancora in sospeso l'indizione del concorso per Dsga a cui la Corte dei Conti ha dato il nulla osta per la copertura di 450 posti a livello nazionale, ma che oggi non è ancora neppure all'orizzonte. I Dsga si trovano perciò a svolgere mansioni ben superiori alle loro retribuzioni contrattuali e diverso personale tecnico deve addirittura prestarsi a compiti da Direttore pur non essendo in quella posizione. Anche per tutte queste casistiche il sindacato ha alzato la voce, senza però ottenere riscontri positivi a Roma.

Altra questione molto delicata, in tempi di spending review, è il complesso degli organici. Per òa Flc/Cgil devono anche essere rivisti gli organici in relazione al nuovo dimensionamento della rete scolastica: in Emilia-Romagna e a Modena da diversi anni, cresce il numero di studenti, ma di pari passo non aumenta il personale Ata e anzi sono stati cospicui i tagli sino allo scorso anno.

La Flc/Cgil ha per questo avanzato richiesta di esperimento della procedura di conciliazione e in caso di esito negativo, lavoratori e sindacato sono pronti, dall’avvio del prossimo anno scolastico a settembre, a mettere in campo una serie di iniziative di lotta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mancate assunzioni per il personale scolastico, indetto lo sciopero Cgil

ModenaToday è in caricamento