rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Politica Accademia Militare / Piazza Roma

Commercianti del centro in rivolta, serrata contro la pedonalizzazione di Piazza Roma

Martedi mattina molti esercizi del centro rimarranno chiusi in segno di protesta, aderendo all'iniziativa di un comitato spontaneo composto da commercianti e residenti. Alle ore 10 pacifica occupazione della piazza

Negozi chiusi e simbolica occupazione di Piazza Roma. I commercianti e i residenti del centro storico alzano le barricate contro l'Amministrazione comunale, per impedire la pedonalizzazione della piazza e si preparano ad altre proteste. La prima andrà in scena  proprio domani, martedì 23 aprile, quando le serrande verranno abbassate in molti esercizi del centro, compresi i banchi del mercato Albinelli, dalle ore 9 alle 13. Alle ore 10 invece i manifestanti si daranno appuntamento davanti al Palazzo Ducale, per una pacifica dimostrazione.

La protesta è stata indetta e organizzata da un comitato spontaneo, che riunisce commercianti, residenti e lavoratori del centro storico. Un gruppo autonomo perciò, non in contrapposizione, ma in malcelata polemica con le associazioni di categoria e i sindacati, ritenuti troppo deboli negli interventi a favore dei loro aderenti nella contesa sulla vivibilità del centro. Dal comitato Enrico Benini spiega: “L'Amministrazione non sa cosa fare, non ha idee. E' chiaro che manca una visione della città e a farne le spese è il centro storico”.

Tra i portavoce del comitato anche Pietro Blondi, che rincara la dose: “Il problema non sono le auto, né l'esigenza di avere un parcheggio sotto casa. Il problema vero è il quadro complessivo. A testimonianza di questo, ricordo che fummo i primi a chiedere al sindaco Barbolini, molti anni fa, un percorso serio per la pedonalizzazione del centro. Qualsiasi buon padre di famiglia, prima di lasciare la casa in cui abita si preoccupa di aver allestito quella nuova. Ma il Comune non ha fatto così: prima si sono realizzate delle manovre inutili e dannose, come il Piano Sosta, poi si è detto che si sarebbe pensato a rimediare e conciliare. La pedonalizzazione – spiega Blondi – dovrebbe essere solo l'atto finale di un percorso ragionato e condiviso”.

Difficile, se non inconsistente, il dialogo tra Amministrazione e cittadini. Elisabetta Crotti, residente di via Farini, racconta: “Ho chiesto un appuntamento al Sindaco, nel corso del quale però ho ricevuto solo atteggiamenti di ostinata chiusura. Il progetto accesso al centro è noto ormai da anni, ma l'Amministrazione dovrebbe capire che le condizioni sociali ed economiche sono cambiate e rivedere i propri piani.” Vi è anche il caso dell'esposto contro la pedonalizzazione che alcuni professionisti hanno presentato all'assessore Giacobazzi, corredato dalle firme necessarie, al quale però lo stesso assessore non ha ancora provveduto a dare risposta, nonostante siano scaduti i tempi previsti dalla legge.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commercianti del centro in rivolta, serrata contro la pedonalizzazione di Piazza Roma

ModenaToday è in caricamento