Sostegno ai locali pubblici, dimezzata la tassa di occupazione del suolo

Annuncio del sindaco Muzzarelli al tavolo con le associazioni: procedure più semplici per le aree all’aperto in estate. Confermato il Piano investimenti da 132 milioni

Una riduzione del 50 per cento della Tosap prevista per il 2020 e modalità semplificate per concedere ai pubblici esercizi ampliamenti delle aree all’aperto in vista del periodo estivo senza aumenti della Tassa di occupazione del suolo pubblico, ma con regole ed equilibrio per garantire comunque sicurezza e qualità della città. Lo ha annunciato il sindaco Gian Carlo Muzzarelli in occasione dell’incontro in teleconferenza del tavolo del Patto Modena competitiva, sostenibile, solidale che ha rappresentato l’occasione per fare il punto sulle iniziative in corso per affrontare l’emergenza sanitaria e continuare il percorso di programmazione condivisa delle iniziative per garantire una ripartenza ma nel rispetto di tutte le indicazioni di tutela della salute. Temi che sono stati ripresi da diversi intervenuti, rappresentanti delle organizzazioni sindacali e di categoria, del sistema economico e creditizio, degli ordini professionali e dell’associazionismo.

Il sindaco Muzzarelli, che ha sottolineato le richieste al governo da parte degli enti locali per fare fronte alla riduzione di risorse prevista (“a Modena sono a rischio 35 milioni di entrate”) e alle nuove esigenze a cui si dovrà rispondere, ha spiegato che il Comune sta lavorando per definire i contenuti della variazione di bilancio in programma tra giugno e luglio. “Ma fin da ora – ha affermato – oltre alla riapertura in sicurezza dei cantieri in corso, confermiamo il piano da 132 milioni di investimenti pubblici, diretti e indiretti, e rafforziamo l’impegno per velocizzare quelli privati. Per tornare presto a essere attrattivi, stiamo riprogettando gli eventi promozionali del territorio, a partire dal Motor Valley Fest in versione digitale al via dal 14 maggio, e valuteremo i contenuti del decreto Cura Italia approfondendo gli aspetti tecnici di settore in specifici tavoli con le categorie interessate”.

Per Muzzarelli le risorse per rilanciare l’economia devono essere disponibili in tempi rapidi e “guardiamo con attenzione a quanto si sta facendo in Europa, a Roma e a Bologna; far ripartire le imprese in sicurezza significa garantire il lavoro per le famiglie (la Festa del 1 maggio quest’anno è particolarmente significativa), ma alle famiglie, però, dovremo assicurare anche servizi per l’infanzia; in questa fase, inoltre, dovremo semplificare il più possibile la burocrazia senza abbassare la guardia rispetto al tema della legalità”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo aver ricordato i rinvii dei pagamenti già stabiliti e confermati anche dal Consiglio comunale, il sindaco ha anticipato alcune delle prossime iniziative per sgravi e sostegno alle imprese: “Abbiamo ben presente le richieste che arrivano dal mondo dell’economia, ma un piano dettagliato – ha precisato – lo potremo definire solo dopo il decreto del governo”. Oltre al dimezzamento della Tosap e alla concessione di aumenti temporanei di superficie, il Comune comunque sta valutando anche una riduzione equilibrata dei canoni degli edifici comunali, così come una semplificazione delle procedure necessarie per dehors e consumo all’aperto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piatto dell'anno 2021, Massimo Bottura sperimenta e vince ancora

  • Castelvetro, motociclista si scontra con un trattore e perde la vita

  • Rapina nella villa di Luca Toni, famiglia legata e minacciata con la pistola

  • Nuovo Dpcm a breve: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, 1.413 contagi in regione. A Modena i numeri raddoppiano

  • Coronavirus. 1.212 nuovi positivi e 14 decessi in regione. Modena prima provincia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento