rotate-mobile
Politica

Sport. Fratelli d'Italia chiede l’immediata ripresa degli sport da contatto

I consiglieri Lisei, Barcaiuolo e Tagliaferri del Gruppo di Fratelli d’Italia chiedono la ripresa immediata degli sport da contatto. “In 18 Regioni su 20 sono attualmente consentiti”

Quali sono le ragioni che impediscono la ripresa degli sport da contatto anche in Emilia-Romagna? Se lo chiedono i consiglieri di Fratelli d’Italia in un'interrogazione nella quale sottolineano come “le misure e le restrizioni adottate a seguito della diffusione della pandemia sono state gradualmente attenuate consentendo la ripresa di molte attività economiche e sociali”.

A corroborare ulteriormente il quadro, per i consiglieri Lisei, Barcaiuolo e Tagliaferri, ci sarebbe anche il dato sui contagi che “sembrerebbe sotto controllo” e le dichiarazioni dell’amministrazione regionale che in più occasioni si è dichiarata pronta a gestire l’eventuale ricrescita dei positivi.

Per i rappresentanti di Fratelli d’Italia, quindi, le limitazioni tuttora esistenti in Regione sugli sport da contatto, non solo contrastano con i provvedimenti presi da altre 18 Regioni, ma inciderebbero “pesantemente dal punto di vista economico sulla tenuta dei bilanci delle tante associazioni sportive ed imprese che dopo tanti mesi di chiusura oggi non riescono più a sostenere economicamente l’impatto di tale limitazione”.

Dal quadro prospettato, Lisei, Barcaiuolo e Tagliaferri chiedono quindi se non sia arrivato il momento “pur con opportuni protocolli che garantiscano tutte le condizioni di sicurezza, per un'immediata ripresa dell’attività sportiva da contatto”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sport. Fratelli d'Italia chiede l’immediata ripresa degli sport da contatto

ModenaToday è in caricamento