rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Politica

L'assessore alla Promozione della Città e l'imbarazzante spot per la delocalizzazione

Da una giovane candidata del Centro Democratico arriva uno spot per delocalizzare le imprese modenesi in Polonia. Messaggio politico che non sembra collimare con la mission dell'attuale Assessore Tommaso Rotella, leader del partito

Starà provando un forte imbarazzo – vogliamo immaginare, se non addirittura sperare – il nuovo assessore alle Attività economiche e Promozione della città, l'avvocato Tommaso Rotella. Il leader modenese del Centro Democratico, premiato da Gian Carlo Muzzarelli con un posto in giunta per l'ottimo risultato elettorale conseguito dalla sua formazione politica è caduto, suo malgrado, nell'incresciosa situazione creata da una sua candidata. Stiamo parlando di Klaudyna Zablocka, la 32enne di origine polacca, ma modenese di adozione e del suo spot a favore della delocalizzazione delle imprese modenesi proprio in Polonia.

Il riferimento va all'intervista (pubblicata qui) che la Zablocka ha voluto rilasciare per sponsorizzare il progetto di una No Tax Area a Walbrzych nella Bassa Slesia, concepito proprio per attrarre investitori stranieri. Si tratta di un'iniziativa recentemente presentata a Ferrara presso la Camera di Commercio, che prevede esonero dall'imposta sul reddito, terreni, capannoni e infrastrutture a prezzi molto convenienti, in proprietà o in affitto, da destinare ad imprese europee che intendano creare nuovi stabilimenti produttivi appunto in Polonia.

Un'intervista molto chiara in cui la Zablocka invita esplicitamente le imprese emiliane a delocalizzare ad est: “Al contrario dell'Italia la Polonia è un Paese di giovani dove si vive un clima di grande entusiasmo e crescita sociale ed economica, un po' come avvenne qui in Italia nel dopoguerra, stando ai racconti di voi italiani – spiega la giovane candidata, che poi aggiunge - Il mio lavoro adesso consiste nell'avvicinare gli imprenditori che intendono delocalizzare ma anche proporre i propri prodotti sul mercato polacco, spiegando loro le opportunità che già oggi esistono”.

Nulla da dire sui legittimi interessi imprenditoriali della giovane esponente del Centro Democratico, ma per la forza politica dell'assessore Rotella qualche imbarazzo è comprensibile. La Promozione della Città affidata all'avvocato modenese non sembra infatti calzare a pennello con l'ambizione della sua candidata, per la quale sarebbe più auspicabile che un imprenditore abbandonasse Modena per investire in zloty. Immaginiamo che la presa di distanza arriverà a breve, mentre Modena e la bassa terremotata contemplano la No Tax Area polacca che il Governo italiano ha più volte negato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'assessore alla Promozione della Città e l'imbarazzante spot per la delocalizzazione

ModenaToday è in caricamento