rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Politica Via Carlo Goldoni

Pavarotti, la statua in bronzo accanto al Teatro Comunale entro pochi mesi

Grazie ad un accordo con il Comune toscano di Pietrasanta e dopo il placet accordato da Nicoletta Mantovani, Modena sta per inaugurare il monumento al Tenore. Sarà posizionato in via Goldoni

Modena avrà "presto, entro l'anno", la sua scultura dedicata a Luciano Pavarotti, da collocare vicino al busto del Goldoni. Se nel giorno del compleanno del Maestro (12 ottobre) o meno, lo si vedrà. Lo annuncia oggi il sindaco Gian Carlo Muzzarelli facendo il punto in conferenza stampa, di scena nella sala dei Pittori del teatro intitolato al grande tenore, sulle prossime iniziative in città per il decennale della sua morte.

Dunque alla statua, in attesa di districarsi definitivamente tra tutti i vincoli dei sovrintendenti, Muzzarelli crede più che mai e col collega di Pietrasanta, il sindaco Massimo Mallegni, cerca di portare a casa il risultato (inizialmente ipotizzato in porto ai primi di settembre) il prima possibile. Il sindaco modenese ne ha parlato anche ieri coi suoi assessori: saranno le fonderie d'arte del capoluogo della Versilia, con gli artigiani riuniti nell'associazione Artigianart, a contribuire alla realizzazione e alle spese dell'opera (Modena ci mette 20.000 euro) che verrà realizzata dall'artista Stefano Pierotti della stessa Pietrasanta, non da oggi centro di lavorazione di marmo e bronzo di livello internazionale. 

Conferma Muzzarelli: "Stiamo lavorando col Comune di Pietrasanta, come ho riferito in Consiglio comunale, e ieri abbiamo assunto la delibera in giunta per la quota dei nostri oneri e per la convenzione con la stessa Pietrasanta. Abbiamo già chiesto l'autorizzazione alla Sovrintendenza: se le cose andranno per il verso giusto presto riusciremo a dare alla città questo riconoscimento ulteriore per Luciano. Entro l'anno ci sarà". Aggiunge Muzzarelli, interpellato: "Se sarà pronta per il 12 ottobre? Noi ci muoviamo coi piedi di piombo...", resta cauto il sindaco modenese. Che spiega: "Per la scultura, che sarà donata alla città di Modena, il Comune programma un contributo alle spese varie di 20.000 euro". Dovrebbe essere collocata nei dintorni del teatro e in particolare nel suo lato destro, vicino al busto del Goldoni.

L’artista prescelto per la realizzazione dell’opera è Stefano Pierotti, indicato come scultore capace di interpretare con la sua arte la figura del Maestro. La statua, che raffigura Pavarotti in piedi a grandezza naturale, a braccia aperte con il foulard nella mano sinistra, è fusa in bronzo da tre fonderie artistiche di Pietrasanta, aderenti all’associazione Artigianart: la fonderia Da Prato, la Mariani e la Versiliese, che saranno citate nella targa esplicativa dell’opera insieme con il Comune donatore. Pierotti ha già realizzato, tra le altre sue opere, il monumento “A Ayrton Senna” all’Autodromo di Imola, il grande Crocifisso della Giornata Mondiale della Gioventù di Tor Vergata a Roma 2000, la scultura in ricordo di Papa Giovanni Paolo II, antistante l’ingresso del Policlinico “Gemelli” di Roma.

(fonte DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pavarotti, la statua in bronzo accanto al Teatro Comunale entro pochi mesi

ModenaToday è in caricamento