menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Finale Emilia, Stefano Lugli candidato sindaco per i civici di sinistra

Il segretario di Rifondazione Comunista annuncia la sua corsa alle elezioni amministrative della prossima estate: "Mi candido Sindaco di Finale Emilia perché questa città ha bisogno di cambiamento"

“Mi candido Sindaco per una lista civica di sinistra che riunisce tutti coloro che hanno subito le scelte di questa giunta di centro sinistra, e i tanti che oggi si sentono delusi dalle politiche Pd. La mia candidatura è l'epilogo di un percorso partito da diverso tempo, che ha coinvolto persone della sinistra politica e civica di Finale Emilia, di Massa Finalese e di tutte le frazioni del nostro Comune, ed è tutt'ora aperto a chiunque voglia partecipare a questa sfida”. E' questo l'annuncio di Stefano Lugli, attuale segretario regionale di Rifondazione Comunista, che si prepara ad un ruolo in prima linea nella tornata elettorale estiva, che vede appunto le elezioni amministrative nel tormentato centro della bassa modense.

“Occorre cambiare volto perché gli amministratori uscenti si sono dimostrati del tutto inadeguati – attacca Lugli – a tal punto che il mancato scioglimento del Comune si è trasformato in un commissariamento di fatto dell’Ente, con gli uffici che devono rendere conto al Prefetto di ciò che fanno: unico caso in Regione. Una condizione che crea disservizi gravissimi per cittadini e imprese. Cinque anni fa il Sindaco si è presentato con una forte carica innovativa, ma alla prova dei fatti le scelte assunte sono risultate in perfetta continuità con le politiche sbagliate degli anni precedenti”.

Lugli, 40 anni e dipendente comunale a Concordia, ha già ricoperto il ruolo di assessore proprio a Finale Emilia, dopo la candidatura in una lista unitaria di centrosinistra. In passato è stato anche consigliere provinciale per Rifondazione Comunista, partito per il quale ha ricoperto diversi ruoli locali, fino alla segreteria regionale.

“Si può cambiare in diversi modi: io propongo di farlo da sinistra, con i valori che contraddistinguono la sinistra, la mia persona, le persone che fanno parte della lista. Non prometto miracoli, non ne sono capace, e non nego le difficoltà di una ricostruzione nel pieno della crisi economica. Posso però garantire il mio impegno per una gestione della cosa pubblica con rigore, precisione e il contributo di professionalità competenti per offrire ai cittadini un’Amministrazione buona e trasparente – chiosa il candidato sindaco - Questa è l’unica possibilità per dare a Finale Emilia la speranza di un nuovo futuro. Gli altri candidati sindaco diranno che ci mettono la faccia, io ci metto l’anima”.
    

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Modena tra le big mondiali del buon cibo. Al 3° posto di Viator

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento