Accoglienza dei migranti. striscione di Forza Nuova contro la Cei davanti all'Abbazia di Nonantola

Questa notte alcuni militanti hanno affisso uno striscione davanti al portone del luogo di culto. Fiore: "Se i vescovi parlano il linguaggio di Soros e della Boldrini è dovere dei semplici fedeli ammonirli e difendersi con ogni mezzo"

“Siamo ormai all’idolatria del cosiddetto migrante! Anche il caso Diciotti ha dimostrato come i vescovi italiani, pronti ad accogliere ma a spese dello Stato, siano ormai pubblicamente votati ad un’ideologia che al tradizionale, scomodo comandamento biblico, di fatto accantonato, preferisce le linee guida globaliste che non gradiscono incentivi e sostegno alla natalità per le famiglie italiane ed europee, ma teorizzano sfacciatamente, e mettono già in pratica, la sostituzione del nostro popolo con popolazioni, in maggioranza islamiche, provenienti dall’Africa e dall’Asia”. È l’attacco netto alla Conferenza Episcopale Italiana mosso da Roberto Fiore, segretario nazionale di Forza Nuova, dopo quanto accaduto in merito al caso Diciotti.

Da qui una protesta che si è concretizzata in diverse parti d'Italia. La sezione modenese di Forza Nuova ha scelto come luogo dell'azione  l'abbazia di Nonantola, esponendo nella notte uno striscione davanti al cantiere che ancora in parte circonda il luogo di culto danneggiato dal sisma del 2012.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’azione dimostrativa che abbiamo attuato davanti a molte sedi CEI in ogni parte d'Italia – continua Fiore – lancia un’accusa precisa: mai la maggioranza dei nostri vescovi si è mostrata generosa nell’aprire le proprie porte ai tanti senza casa italiani, mai ha tuonato contro la strage degli innocenti causata dalla 194, mai ha ricordato ai fedeli il preciso comandamento biblico. Al contrario – così come fa l’attuale Pontefice (“Essere cattolici non significa fare figli come conigli”) – la gran parte di essi non parla di natalità ma lancia da ogni pulpito, reale e mediatico, come un mantra martellante, un unico e nuovo “comandamento”, rivolto agli immigrati e suicida per il futuro degli italiani che ne piangono letteralmente le tragiche, quotidiane conseguenze: ‘Sbarcate e sostituiteci!’.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pancaldi, non ce l'ha fatta lo scooterista di 55 anni

  • Coronavirus, 39 nuovi casi positivi in regione: 10 sono a Modena

  • Nuovo amore per Nicoletta Mantovani, la vedova Pavarotti sposa a settembre

  • Coronavirus, 69 nuovi casi in regione. La metà tra Bologna e Reggio Emilia

  • Coronavirus. Tampone obbligatorio per chi rientra da Spagna, Grecia, Croazia e Malta

  • Covid, famiglie e imprese dovranno segnalare i rientri dall'estero. Poi quarantena in hotel

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento