Spazi vuoti al Posto Integrato, il sindacato della Polizia Locale: "Dateli a noi"

Il SULPL chiede che i vigili possano utilizzare i locali lasciati vuoti dalla Polizia di Stato, che ha progressivamente sguarnito il presidio del centro storico

"Il Posto Integrato di polizia da almeno 5/6 anni vede la presenza solamente di due o tre agenti di Polizia di Stato mentre la Polizia Locale non ha mai smesso di mantenere il presidio di agenti: una parte dello stabile di via Molza dal 1996 è la sede della PL centro storico, fino alla fine di settembre erano assegnati al centro storico 30 agenti e due ispettori, ma dal 3 ottobre l’organico degli agenti è stato rafforzato e portato a 48 unità".

In questi giorni di mobilitazioni su più fronti circa ilt ema della sicurezza a Modena, il SULPL - sindacato di polizia locale - interviene nel dibattito sul presidio situato alle spalle dell'Autostazione, creato nel 2001 all'insegna della coolaborazioen interforze e poi progressivamente abbandonato da parte della Questura.

"Considerato che lo stabile è di proprietà comunale, ed una parte di quello assegnato alla Polizia è inutilizzato da anni  - spiega il SULPL - avevamo richiesto già dal mese di giugno che almeno il primo piano, diviso dai locali della PL da una semplice porta, fosse riassegnato alla Polizia Locale anche perchè la situazione di sovraffollamento, aggravata dall’emergenza covid, rende necessario l’uso di questi spazi per gli uffici del Comando di via Galilei e per rendere più agevole la base di lavoro degli agenti del centro storico".
 
Il segretario SULPL Federico Coratella spiega. "Chiediamo quindi che vengano prese decisioni rapidi a tutela dei cittadini ma anche dei Lavoratori della PL che hanno continuano a garantire il presidio costante in strada, senza smartworking e senza le tutele delle polizie nazionali ma continuando ad essere equiparati agli impiegati in quanto la Categoria attende da oltre 20 anni la riforma della polizia locale, della quale il governo si ricorda solo quando si tratta di fare i controlli anticovid, di fare ispezioni nei bar aperti oltre l’orario di intervenire per la movida".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Coronavirus, scendono i casi attivi e i ricoveri in regione. Modena conferma il calo

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

Torna su
ModenaToday è in caricamento