Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica

Quartieri e partecipazione, si dimettono otto consiglieri. Regolamento da rivedere

Il Consiglio ha approvato la surroga dei nuovi membri dei consigli e anche un ordine del giorno del Pd che chiede un percorso per la valutazione del Regolamento della Partecipazione territoriale approvato nel 2014 dopo che la legge nazionale ha abolito le Circoscrizioni

Il Consiglio comunale ha approvato la surrogazione di alcuni consiglieri dei Quartieri 1, 2, 3 e 4. E, nella stessa seduta, ha dato l’ok a un ordine del giorno del Pd, presentato ed emendato dal capogruppo Fabio Poggi sulla base delle sollecitazioni pervenute nel dibattito, che chiede alla Giunta di predisporre un percorso per la valutazione del Regolamento della Partecipazione territoriale approvato nel 2014 dall’Aula e di redigere un documento di sintesi delle attività dei Quartieri per poter vagliare eventuali adeguamenti.

La delibera è stata illustrata, nella seduta di giovedì 3 maggio, dall’assessora alla Partecipazione Irene Guadagnini ed è stata approvata con il voto a favore di Pd, CambiaModena e Art. 1 – Mdp – Per me Modena (eccetto il consigliere Marco Cugusi che si è astenuto), contrario di FI, Energie per l’Italia e Idea popolo e libertà, e con il non voto del M5s.

In particolare, il documento nomina, in base alle indicazioni pervenute dal Pd, Rossella Giulia Caci nuova componente del Consiglio di Quartiere 1 in sostituzione del consigliere dimissionario Franco Locane; Danilo Bertani e Francesco Macaluso nuovi componenti del Consiglio di Quartiere 2 in sostituzione dei consiglieri dimissionari Nicoletta Posa e Sonia Cattini; Rita Menabue, Salvatore Mirabelli e Andrea Zivieri quali nuovi componenti del Consiglio del Quartiere 3, in sostituzione dei consiglieri dimissionari Roberto Pistoni, Giuseppe Mulas e Alice Bolzani; Alberto Cirelli quale nuovo componente del Consiglio del Quartiere 4 in sostituzione della consigliera dimissionaria Ilaria Franchini. In base all’indicazione pervenuta da CambiaModena, inoltre, viene nominato Christian Pellacani quale nuovo componente del Consiglio del Quartiere 1 in sostituzione del consigliere dimissionario Graziano Pini.

L’ordine del giorno, approvato con il voto a favore di Pd, Art.1 – Mdp – Per me Modena, M5s e CambiaModena, contrario di FI e Idea popolo e libertà e con l’astensione di Energie per l’Italia, chiede in particolare “di fornire  gli strumenti per la verifica dell'attuazione del Regolamento per una sua valutazione e dell’attività dei quattro Quartieri redigendo un documento di sintesi da presentare al Consiglio Comunale (nell'apposita Commissione) entro la fine del proprio mandato per eventuali adeguamenti”.

La mozione evidenzia che “occorre rilanciare l’azione dei Quartieri come principale e fondamentale strumento sia di decentramento amministrativo che di partecipazione territoriale, dando piena attuazione alle loro competenze (ai sensi del Regolamento) di approfondimento dei problemi dei singoli territori, istruttoria e pareri sulle opere e interventi”. Sottolinea inoltre che i Quartieri “svolgono un prezioso ruolo anche nel rapporto e nella gestione dei Cittadini Attivi, dei Gruppi di Vicinato, delle varie forme di Associazionismo e volontariato (di cui la città di Modena è particolarmente ricca), dei Comitati spontanei di cittadini che si coagulano attorno a specifiche esigenze e/o problemi molto spesso locali e circoscritti”. Per poter svolgere il loro ruolo, precisa infine il documento, “i Quartieri devono avere la possibilità di incidere sulla gestione e la destinazione di significative risorse”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quartieri e partecipazione, si dimettono otto consiglieri. Regolamento da rivedere

ModenaToday è in caricamento