rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Politica Sacca / Via Alfonso Paltrinieri

Impianti sportivi Cnh, il Tar respinge il ricorso di Discovery

Riconosciuta di fatto la correttezza della decisione del Comune che ha affidato la gestione dell’impianto sportivo per un anno per poi fare il bando pubblico

Il Tar di Bologna ha respinto il ricorso di Discovery Sport Planet contro il Comune di Modena per la gestione dell’area sportiva ex Cnh affidata nei mesi scorsi al Cedas (il Centro di attività sociale dei dipendenti Fiat e loro familiari) e all’Associazione temporanea di scopo composta dalla Polisportiva Sacca, dalla Polisportiva Villa d’Oro, dal Modena Junior Rugby e dal Tennis Villa d’Oro.

L’ordinanza del Tribunale amministrativo regionale sottolinea che la motivazione del provvedimento del Comune di cui era stata chiesta la sospensione dell’efficacia dal ricorrente “non appare irragionevole nella parte in cui si prevede un limite temporale minimo per l’espletamento della procedura di gara allo scopo di evitare l’interruzione del servizio”.

La delibera della giunta, infatti, prevedeva l’affidamento della gestione per un anno, dal momento in cui l’impianto sportivo è rientrato nel patrimonio del Comune dopo la rinuncia da parte di New Holland, oggi Cnh Industrial, per arrivare poi ad affidarla attraverso un bando pubblico.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianti sportivi Cnh, il Tar respinge il ricorso di Discovery

ModenaToday è in caricamento