rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Politica Finale Emilia

Terremoto, bocciata la zona franca proposta dalla Lega Nord

Arriva un "No" dall'Assemblea legislativa dell'Emilia Romagna alla proposta alle Camere avanzata dalla Lega Nord di "istituire 10 anni di zona franca nelle zone vittime del sisma scorso

Arriva un “No” dall’Assemblea legislativa dell’Emilia Romagna alla proposta alle Camere avanzata dalla Lega Nord di “istituire 10 anni di zona franca nelle zone vittime del sisma scorso. 
L’ordine del giorno di questa bocciatura è di Luciano Vecchi del Pd che la motiva sostenendo che “la proposta non è sostenibile da un punto di vista giuridico e logico, con la Regione impegnata nelle richieste al Governo per la ricostruzione in accordo con organizzazioni economiche ed Enti locali, senza  contare che l'Aula ha appena concordato all'unanimità una risoluzione proprio sulla fiscalità”.

La Lega Nord non molla e nelle persone di Mauro Manfredini, capogruppo e dei consiglieri Stefano Cavalli, Manes Bernardini e Roberto Corradi, pensa già ad un piano B, “una risoluzione per svegliare Monti, ottenendo di sottoscrivere come primo firmatario (insieme a Palma Costi del Pd) proprio quella risoluzione unanime”. In sostanza l’obiettivo è sospensione e rateizzazione dei contributi per i dipendenti danneggiati dal sisma e il riconoscimento dei danni al fatturato per le imprese.


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto, bocciata la zona franca proposta dalla Lega Nord

ModenaToday è in caricamento