menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ripartenza della scuola, Tomei: "Istituti e trasporti sono pronti, ma serve cautela"

Le considerazioni del Presidente della Provincia dopo la sentenza del Tar e l'annuncio di Bonaccini sulla ripresa in presenza da lunedì 18 gennaio

«La scuole superiori modenesi sono pronte a ripartire in sicurezza, ma occorre la massima attenzione e il rispetto di regole e precauzioni, perché i numeri dell'epidemia in regione sono ancora preoccupanti, a Modena in particolare. Si rischia di riaprire adesso per richiudere nel giro di qualche giorno se dovessimo diventare zona rossa e ha ragione il presidente Bonaccini quando chiede una maggiore chiarezza da parte del Governo soprattutto nei confronti degli studenti e delle famiglie, perché una decisione  così importante e delicata, come la riapertura delle scuole, non può avvenire  con queste modalità».

Lo afferma Gian Domenico Tomei, presidente della Provincia di Modena, dopo la decisione sulla riapertura delle scuole, da lunedì 18 gennaio, decisa dal Tar dell'Emilia Romagna che ha sospeso l'ordinanza regionale sulla didattica a distanza al 100 per cento alle superiori fino al 25 gennaio.

«L'organizzazione dei trasporti - prosegue Tomei - nel modenese è in grado di gestire il ritorno in classe anche al 75 per cento, grazie al lavoro fatto nelle scorse settimane, in collaborazione con le scuole, le autorità scolastiche, la Prefettura e la Regione che ha compiuto uno sforzo finanziario importante per garantire un servizio in sicurezza. Ma non solo. La Regione - ricorda Tomei -ha avviato per il monde della scuola una campagna di test sierologici gratuiti in farmacia proprio per mantenere un controllo costante sulla situazione sanitaria tra gli studenti, le famiglie  e il personale scolastico».

Per Tomei occorre quindi coniugare la ripresa della didattica in presenza, una modalità che risponde alle esigenze di socialità e di carattere formativo espresse dagli studenti, e la massima cautela nei comportamenti.

Il piano concordato con i dirigenti scolastici, Amo Seta, Prefettura e Regione prevede un orario scolastico unico in caso di presenza a scuola al 50 per cento come avverrà da lunedì e trasporti pubblici sempre al 50 per cento di capienza; in caso di una quota superiore di presenza a scuola sono previsti orari scaglionati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ufficiale, l'Emilia-Romagna torna in zona arancione da lunedì

Attualità

Zona arancione, cosa cambia da lunedì 12 aprile a Modena

Attualità

Focolaio covid all'Ospedale di Sassuolo, positivi 15 pazienti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Appartamento in fiamme a Finale Emilia, due persone in ospedale

  • Cronaca

    Violenza domestica, 26enne di Pavullo finisce in carcere

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento