Agenti positivi a Carpi, Uil-Fpl: "Dall'Amministrazione misure insufficienti"

A seguito della grave situazione del Comando di Polizia Locale sede di Carpi, che vede tre operatori positivi al covid-19, attualmente assenti e messi in quarantena ed altri agenti venuti in contatto con gli stessi, posti in isolamento presso le loro abitazioni, l’Organizzazione Sindacale UIL-FPL ritiene "insufficienti" le misure adottate dalla Comandante e dall’ Amministrazione.

La sigla sindacale chiede quindi "l’urgente sanificazione di tutti gli ambienti del Comando compresi i veicoli di servizio con chiusura di tutte le attività per lo stretto tempo necessario ad eseguire le operazioni, l’esecuzione a tutti gli operatori del tampone in modo da intercettare eventuali positivi asintomatici, lo sfasamento dei turni di lavoro in modo da limitare il più possibile il contatto tra gli operatori e la predisposizione di pattuglie formate, per quanto possibile, dagli stessi Agenti".

In più si chiede che venga garantita la fornitura costante dei dispositivi di protezione individuale previsti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, curva in flessione per la prima volta. Modena ancora al vertice

Torna su
ModenaToday è in caricamento