rotate-mobile
Politica

Urbanistica, Pighi: "Il Psc? La crisi ha cambiato le esigenze della città"

Il sindaco di Modena smentisce le letture politiche sul nuovo Psc: nessuna sconfitta per la linea Sitta, nessun riavvicinamento a Sel e Idv, ma solo la necessità di rivedere le priorità

Una sconfitta per l'ex assessore all'urbanistica Daniele Sitta? Assolutamente no. Per il sindaco di Modena Giorgio Pighi, il nuovo Piano strutturale comunale (Psc) che andrà a delinearsi nei prossimi mesi non costituisce "né una sconfitta né una vittoria per nessuno". Secondo il primo cittadino, il nuovo Psc firmato Giacobazzi segue i mutamenti delle esigenze presentate dalla città: "Prima della crisi - ricorda Pighi - avevamo una prospettiva di città completamente diversa". Quello che è balza all'occhio del nuovo documento è senza dubbio la forte impronta ambientalista (meno costruzioni) che lascia intuire una mossa politica per tentare di andare incontro all'ala democratica scontenta della gestione sitta, tendere una mano a Sel e ricondurre l'Idv nell'alveo della maggioranza. Il cemento che fine farà? Pighi detta la linea e impone nuove edificazioni in caso di stretta necessità di case: "Si costruisce perchè qualcuno ha delle esigenze da soddisfare", puntando soprattutto su opere pubbliche e housing sociale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Urbanistica, Pighi: "Il Psc? La crisi ha cambiato le esigenze della città"

ModenaToday è in caricamento