Misure anticontagio. I Verdi chiedono la riapertura dei mercati contadini e biologici

Il partito modenese si allinea a quello regionale per chiedere che le bancarelle tornino ad aprire nei luoghi deputati ai mercati agricoli, per sostenere i produttori locali e decongestionare le grandi strutture

I Verdi di Modena e rilanciano l’appello a sostegno della riapertura dei mercatini biologici locali e dei piccoli produttori locali. Si legge nella nota del partito modenese: "Oggi più che mai serve cibo sano e di produzione locale. Piccole aziende familiari o cooperative impegnate nell'agricoltura biologica, e che non hanno accesso alla grande distribuzione, trovano nei mercatini settimanali dedicati, un canale di vendita diretta di prodotti freschi e sani. Questi mercatini, che sono stati chiusi da un’ordinanza regionale, possono svolgersi nel massimo rispetto delle norme di sicurezza se ne viene delimitato il perimetro e regolarizzato l’accesso. Accessi contingentati alle bancarelle, distanze di sicurezza tra gli acquirenti e i venditori e uso di guanti e mascherine possono garantire le norme di sicurezza richieste".

A Modena, come noto,  sono diversi i mercatini biologici o di produttori locali, i cosiddetti produttori a Km 0: BioPomposa,  in Piazza Pomposa, bi-settimanale nelle giornate di martedì e sabato, BiodiSera, al Parco Amendola Sud, presso il parcheggio via Panni, il venerdì; Mercato Contadino Parco Ferrari, nel Parcheggio Parco Ferrari, il venerdì; Mercato di Campagna Amica Torrenova in via Nonantolana angolo Via Cimone (parcheggio centro commerciale Torrenova), il mercoledì, Mercato di Campagna Amica Parco della Resistenza, al Parco della Resistenza lato Via Morane, il giovedì, Mercato di Campagna Amica Largo San Francesco,  Largo San Francesco, la domenica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La riapertura dei mercatini diminuirebbe la pressione dei consumatori sui supermercati e soprattutto impedirebbe lo spreco di alimenti prodotti senza l’uso di sostanze chimiche di sintesi che finiscono tra i rifiuti per mancanza di acquirenti. Una situazione questa, che di fatto, sta vanificando il lavoro di tanti  che noi Verdi di Modena. Si tratta di piccole realtà che vogliamo sostenere e valorizzare - aggungiungono i Verdi -  i produttori locali cioè a chilometro zero, che consentono un risparmio economico e ambientale in termini di trasporto ma soprattutto i piccoli produttori biologici che sono importanti alleati per le attuali sfide ambientali e per lo sviluppo dell’economia verde".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa dopo la scuola, si cerca una 16enne di Sassuolo

  • Focolaio in un bar di Carpi, l'Ausl invita gli avventori a fare il tampone

  • Altri quattro casi nelle scuole. Classi in isolamento a Modena, Carpi e Castelfranco

  • Vintage e Second Hand | 4 negozi di pezzi d'abbigliamento unici e pregiati a Modena

  • Covid, positività in 13 scuole modenesi. Nuovo caso al "Fermi"

  • Castelvetro, ciclista di 27 anni esce di strada e perde la vita in via Bionda

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento