Provincia, Pdl: destituito dai bertoliniani il vicecapogruppo Rinaldi

Colpo di mano dei bertoliniani in consiglio provinciale: quattro consiglieri su sette hanno votato per la rimozione del fedelissimo di Enrico Aimi per sostituirlo con Claudia Severi

Bruno Rinaldi, Pdl

"La componente che fa riferimento all'on. Bertolini in provincia ha provveduto a nominare vicecapogruppo vicario la sig.ra Severi Claudia, con lo scopo di sostituire il sottoscritto nel direttivo provinciale". Con queste parole, il consigliere provinciale Bruno Rinaldi ha reso noto su Facebook il "colpo di mano" attuato in aula dai quattro colleghi (?) di gruppo di confessione bertoliniana: contando sulla forza dei numeri, i quattro esponenti fedeli alla vicepresidente dei deputati Pdl (il capogruppo Dante Mazzi, Claudia Severi, Matteo Malaguti e Giovanna Bertolini) hanno avuto la meglio sui restanti tre facenti capo al "cartello" Aimi-Giovanardi-Samorì (lo stesso Rinaldi, Mauro Sighinolfi e Luca Ghelfi).

MANOVRINE - "Ecco i signori che vogliono tenere il gruppo unito e che amano il Pdl - ha tuonato un infuriato Rinaldi - Vergognatevi, sappiate solo che il sottoscritto non si presta e non si presterà mai a queste manovrine da sfigati della politica, non si è mai visto che la minoranza interna ad un gruppo non abbia un adeguato ruolo di contrappeso". Secondo il consigliere di Castelvetro, questo è solo l'ultimo episodio di una lunga serie di attacchi portati a segno durante la corsa congressuale: "Dopo la mafia, dopo le infiltrazioni mafiose, dopo le tessere anomale, dopo la vigliacca fuga dal congresso, dopo la macchina del fango a tutta birra, ecco, arrivano puntuali gli sgambetti politici - rincara Rinaldi - Questi signori sono politicamente nulli! Intanto però, tanto per iniziare a fare sul serio, ho chiesto ufficialmente i conti del gruppo consigliare in provincia: pare che ci sia a riprova di una spesa da parte del capogruppo Mazzi, soltanto un'autocertificazione: se cosi fosse mi recherò presso le autorità di competenza onde verificare la leggitimità degli atti!".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavoli pieni e cena regolare nei ristoranti aperti ieri sera contro il Dpcm

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Coronavirus, percentuale di positivi in crescita. A Modena altro picco

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

  • Bozza Dpcm 15 gennaio in arrivo le nuove restizioni. Emilia-Romagna a rischio rosso

  • #ioapro, controlli e multe nei locali e nelle palestre. Sanzioni anche per i clienti

Torna su
ModenaToday è in caricamento