Il Luna park di Vignola costretto a traslocare, la rabbia dei giostrai: "Una follia"

Il disappunto degli operatori Ansva Confesercenti che criticano la scelta di spostare le giostre più lontane dal centro per fare spazio ad un insediamento produttivo

foto da Facebook

Da trent'anni si svolgeva a Vignola nella stessa area, dalla metà di maggio alla metà di giugno, il Luna Park. Ma dal prossimo anno le cose cambieranno. Ieri sera in consiglio comunale si è votato per il conferimento alla società Vignola Patrimonio dell'area dove si svolgeva il luna park, per la trasformazione dell'area da zona pubblica ad artigianale.

I "baracconi", dunque, dovranno traslocare nel comparto "ex galassini", insieme agli spettacoli circensi, dopo che l'area sarà trasformata da artigianale a pubblica. Al posto dell'attuale area verrà edificata una fabbrica di prodotti a base di cioccolato.

Ma gli operatori non ci stanno: "E' inaudito che il Comune di Vignola venda l'area del luna park per fare spazio a un insediamento industriale e confini le nostra attività a 4 chilometri da Vignola", spiega Eros Degli Innocenti, presidente provinciale Ansva Confesercenti "E' una follia questo spostamento - prosegue Degli Innocenti - l'area destinata al luna park è troppo fuori città e non c'è neppure una pista ciclabile. Per i cittadini vignolesi, il luna park è un momento importante, vengono a passare il tempo libero fra le nostre giostre persone di ogni età e per noi operatori dello spettacolo viaggiante è un importante punto di riferimento. Spostando fuori città il luna park molte famiglie vignolesi ci abbandoneranno e per noi imprenditori del settore potrebbe essere una batosta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Troviamo anche ingiusto che l'amministrazione non abbia chiesto nessun parere a noi imprenditori di questo settore che operiamo da trent'anni nella stessa area. Averci escluso dal processo decisionale non è un bel segnale. Così come risulta molto anacronistico avvicinare alla città le aree produttive ed allontanare invece delle attività come il luna park e gli spettacoli circensi. Se il Comune vuole spostare il luna park - conclude Degli Innocenti - ci trovi un'area  simile a quella dove abbiamo operato per trent'anni, accessibile alle famiglie e provveda ad urbanizzarla con la luce e l'acqua. Se proprio è necessario questo spostamento, una soluzione potrebbe essere quella di destinare agli spettacoli viaggianti l'area di fornte a quella attuale dove doveva sorgere un supermercato che poi non è stato realizzato".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa dopo la scuola, ritrovata a Pavia la 16enne di Sassuolo

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Contagio, 12 casi nel modenese. Nessun rientro dall'estero

  • Piano antismog, dal gennaio 2021 blocco per diesel Euro 4 (ed Euro 5)

  • Vento forte, caduti diversi alberi. Danni in tutta la provincia

  • Altri due studenti positivi, classi in isolamento a Modena e Carpi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento