rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
social

Il ponte di Olina compie 500 anni: cenni storici, particolari e leggende dell'antico ponte

Costruito nel 1522 per volontà del casato Montecuccoli, del podestà di Sestola e dei signori di Firenze e Lucca, il ponte di Olina festeggia il 500° anno di vita

Il ponte di Olina - uno tra i cinque ponti antichi che attraversano il torrente Scoltenna nella provincia di Modena - quest'anno spegne ben 500 candeline! Fu infatti costruito nel 1522, per volontà dei Montecuccoli, storico casato modenese, del podestà di Sestola e dei signori di Firenze e Lucca, con l'intento di aprire una solida via di comunicazione tra l'Emilia e la Toscana. 

Ecco allora alcuni cenni storici, caratteristiche e leggende che gravitano intorno all'antico ponte di Olina.

Un ponte fortemente desiderato dai Montecuccoli

La costruzione del ponte risale al 1522 e fu voluto direttamente dai Montecuccoli e dal podestà di Sestola, ma in realtà ne fu spinta la costruzione da parte dei signori di Firenze e Lucca, per fare del Frignano un "ponte" tra la Toscana e l'Emilia. All'epoca della costruzione, il ponte fu edificato secondo criteri molto avanzati per la tecnica del tempo: l'arcata ha una forma di tipo parabolico e, seppur porti un carico di peso enorme, la sua linearità rimane semplice, creando un'idea di leggerezza. Perché fu costruito così? Il motivo è legato alla funzione stessa della curva, la quale permette di assoggettare tutti i conci dell'arco ad un carico di pura compressione, eliminando le componenti di tradizione a cui la pietra non potrebbe resistere. Proprio per questo escamotage architettonico non vi era alcun bisogno di colonne per sorreggere il peso del ponte.

Appennino | I ponti medievali di antica bellezza che attraversano lo Scoltenna

Nasce il Cammino dell’Unione, 100 km di sentieri per riscoprire le Terre di Castelli 

Preziosi dettagli: le immagini sacre della Madonna 

Il ponte di Olina è impreziosito sulla sommità da una edicola votiva datata 1581 e contenente due immagini sacre della Madonna, tra le quali una con Bambino. Alcune leggende narrano che le immagini sacre siano state poste sul ponte per domandare protezione ai viandanti che lo attraversavano e, ancora prima, per chiedere perdono dell’affronto rivolto alla natura dalla mano umana che osò interrompere il corso invalicabile del torrente Scoltenna.

In origine il ponte fu eretto sulle rovine di uno precedente nel 1522 a spese del governo estense e della podestà di Montecuccolo. Oggigiorno è perfettamente integrato nel paesaggio montano con la tipica arcata a schiena d’asino visibile da diversi chilometri di distanza.

Il ponte di Olina non si attraversa in una notte di tempesta: l'antica leggenda

Come per diversi luoghi d'appennino, anche intorno al ponte di Olina aleggia una sinistra leggenda, una storia popolare ambientata nel XVI secolo. Secondo quanto tramandato oralmente dagli abitanti della zona, leggenda vuole che chiunque si trovi ad attraversare il ponte di Olina in una notte buia e di tempesta possa sentire una voce strozzata e singhiozzante, proveniente dalle acque scure, chiedere aiuto. Questa sarà la voce di un uomo gettato nel fiume e abbandonato al suo destino durante una notte tempestosa del 1500.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ponte di Olina compie 500 anni: cenni storici, particolari e leggende dell'antico ponte

ModenaToday è in caricamento