menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nonantola, tra una pandemia e un alluvione nasce la prima biblioteca condominiale della provincia

Un esempio di cittadinanza attiva, unità e condivisione, nato tra pareti di mattoni per abbattere il muro invisibile dell’indifferenza e dell’isolamento sociale

Durante la pandemia di Coronavirus e in seguito all’alluvione che a Dicembre ha colpito duramente il territorio modenese, è nata a Nonantola la prima biblioteca condominiale della provincia di Modena. Un progetto di condivisione, di sensibilizzazione ad una cultura aperta ed accessibile a tutti, un’occasione di “fare rete” ideata dal Consigliere Comunale Francesco Cosimo Antonucci e realizzata in collaborazione con l’Associazione “Niente di nuovo”.

Il progetto coinvolge “La Maison” di Via Provinciale Ovest 117, un complesso di quattro palazzine unite da un cortile comune e, dal 26 Marzo, anche da una vera e propria biblioteca, munita di registro prenotazioni, scaffali e, ovviamente, libri a disposizione degli inquilini.

Inizialmente i libri presenti erano 156 (39 per palazzina) ma, parola dopo parola, la notizia ha acquisito una maggior popolarità e in tantissimi hanno deciso di donare libri, scaffali o il proprio tempo e disponibilità per allestire i nuovi spazi comuni. Attualmente, altri 300 libri, previa sanificazione, si sono aggiunti alla collezione condominiale, mentre molti altri sono in attesa di essere suddivisi tra le palazzine.

Un esempio di cittadinanza attiva, unità e condivisione, nato tra pareti di mattoni per abbattere il muro invisibile dell’indifferenza e dell’isolamento sociale.

Covid e condomini | Quel "prendersi cura" che con la pandemia stiamo riscoprendo

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 1.151 nuovi positivi in regione. Modena prima provincia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento