Non tutto il dialetto modenese è uguale: ecco come e cosa cambia dalla bassa alla montagna

Se per uno "straniero" il dialetto modenese potrebbe sembrare lo stesso, e a volte lo confonde con quello bolognese e reggiano, i veri modenesi sanno che ci sono numerose differenze tra la bassa e la montagna

Forse non tutti lo sanno, ma quando parliamo di dialetto modenese, in realtà stiamo dichiarando un falso, infatti la nostra provincia e’ caratterizzata da tanti e diversi dialetti. Partiamo però dalle basi, infatti il nostro dialetto deriva da un miscuglio di latino volgare come radice, di lemmi longobardi, per poi essere “italianizzato” a partire dal 1859, quando Vittorio Emanuele II annette il Ducato di Modena al Regno d’Italia. Tuttavia queste differenze sono rimaste nel tempo.

Intanto facciamo un distinguo, i dialetti modenesi sono parlati in quasi tutta la provincia di Modena, tranne che nel Castelfranchese dove si e’ conservata la tradizione del dialetto bolognese, e questo e’ dovuto al fatto che questo comune fece parte della provincia modenese solo dal 1929.

Escludendo quindi Castelfranco Emilia, possiamo dire che i dialetti modenesi sono quattro, ovvero il mirandolese, il carpigiano, il modenese di città e il frignanese. Quali sono le differenze? Il dialetto modenese di città e’ quello che per molti viene considerato il vero dialetto modenese, rispetto a questo, gli altri si distinguono così.

Il mirandolese e’ un dialetto abbastanza influenzato da quello mantovano, e presenta vocali usate in periodi più antichi. Quello Carpigiano e’ il piu’ simile al modenese, eppure sente l’influenza reggiana con variazioni di alcune vocali. Nei 18 comuni della montagna invece e’ diffuso il frignanese, che in realtà non e’ davvero un dialetto, ma un’insieme di tanti sotto-dialetti, che variano da zona a zona, uno dei più frammentati di tutta la regione.  A volte influenzato dal comune di Modena, a volte dal toscano, altre dal reggiano, altre ancora dal bolognese. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Coronavirus, curva in flessione per la prima volta. Modena ancora al vertice

  • Contagio a Modena, 573 nuovi casi e 7 decessi. Ricoveri stabili

Torna su
ModenaToday è in caricamento