Venerdì, 25 Giugno 2021
social

Da Buchenwald al Campo di Fossoli a piedi, il viaggio della Memoria dell'artista Diana Pacelli

Attesa il 10 di Giugno a Carpi presso il Campo di Fossoli, l'artista visiva Diana Pacelli è in cammino in un itinerario europeo di 900 Km costellato di luoghi, persone, oggetti testimoni viventi di una pagina di complicità, odio e violenza della storia e della politica italiane

Foto: Instagram tre.ntadenari

E’ partita a piedi dal Memoriale del Campo di Concentramento di Buchenwald, in Germania, con un messaggio di grandi responsabilità e onestà storiche e del tempo presente: riflettere sul ruolo della memoria e sulla responsabilità italiana nella deportazione nel periodo nazi-fascista.

L’artista genitrice del progetto intitolato “Trenta Denari: la responsabilità della memoria e il ruolo dell’arte” si chiama Diana Pacelli e, dal principio di Maggio, è in cammino attraverso l’Europa in un itinerario dalla duplice facciata, un viaggio scandito da fisici  fardelli e silenti ed introspettive riflessioni. Riposta sul retro della testa indossa una maschera ritraente il suo volto, che si toglierà una volta raggiunta la destinazione finale, il Campo di Fossoli, a Carpi.

Il titolo del progetto si ispira ad una tradizione biblica, il prezzo assegnato al tradimento di Giuda, apostolo di Gesù. Trenta denari che, secondo alcuni, corrispondevano al pagamento mensile di un operaio, o il costo di uno schiavo. Nel periodo fascista, 5.000 lire era il prezzo pagato dalla Repubblica Sociale Italiana per un ebreo adulto, 1.000 per un bambino, 300 per un partigiano.
Lo stipendio medio mensile era di 5.046 lire.

Una riflessione che si srotola lungo 900 kilometri di strada costellata da luoghi, persone, oggetti testimoni viventi di una pagina nera, terribile, di complicità, odio e violenza della storia e della politica italiane.

E Diana Pacelli è in cammino per documentarci questo. Attraverso la pagina Instagram “tre.ntadenari” pubblica giornalmente riflessioni, fotografie, storie e pensieri personali presenti lungo la strada lungo che da Buchenwald la porterà, il 10 Giugno, in Italia, alle porte del Campo di Fossoli.

L'artista

Nata a Napoli, Diana Pacelli è un'artista visiva italo-tedesca che vive e lavora a Berlino.
Con un background accademico in lettere (BA e MA), nel 2019 ha iniziato il suo secondo master in Public Art and New Artistic Strategies, sotto la direzione della professoressa Danica Dakic, presso la Bauhaus Universität Weimar. Ha partecipato a diverse mostre e residenze artistiche in Germania e all'estero (tra cui Ucraina, India, Italia), tra cui la Fondazione Pistoletto.
Le sue opere si trovano in due collezioni pubbliche: Kramators'k Museo d'Arte Contemporanea (UA) e la collezione comunale di Paduli (IT). Come co-fondatrice e presidentessa del collettivo artistico Intermission Collective e.V., ha organizzato e curato mostre e residenze d'arte.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Buchenwald al Campo di Fossoli a piedi, il viaggio della Memoria dell'artista Diana Pacelli

ModenaToday è in caricamento