Lunedì, 21 Giugno 2021
Francesca Riggillo

Opinioni

Francesca Riggillo

Collaboratore ModenaToday

Territorio | 7 fattorie didattiche nella bassa modenese

Alla scoperta della bioagricoltura, del mondo animale, del ciclo vitale della natura tipica del territorio modenese, il tutto coniugato con il saggio e rispettoso lavoro dell'uomo. Ecco una lista delle fattorie della bassa pianura modenese che dispongono di precisi percorsi didattici per bambini, ragazzi e adulti

Nella provincia modenese numerose sono le fattorie didattiche presenti: dalla bassa all'alta pianura, dalla collina all'Appennino, ognuna di esse convive in armonia con la natura, la fauna e la flora del territorio. Ecco allora l'elenco delle fattorie della bassa pianura (seguiranno ulteriori approfondimenti sulle fattorie delle diverse fasce territoriali) fornite di percorsi sensoriali, di degustazione e laboratori artigianali adatti a bambini, ragazzi ma anche adulti.

1. Fattoria I Urtlan

Si trova in: Via Rugginenta 15 Campazzo 41015 - Nonantola (MO)

Attività didattiche

Le attività della fattoria I urtlan Nonantola sono rivolte a bambini del Nido, della Materna e della Primaria, ma anche a ragazzi di Medie,Superiori ed Adulti. Sono studiate per sviluppare la fantasia emozionale di ciascuno e si svolgono prevalentemente con esperienze pratiche in campo. Ad esempio:

  • BioAgriCultura. Percorso guidato alla scoperta dei metodi di coltivazione (tradizionale, integrato e biologico) di frutta e verdura, l’importanza di siepi, boschetti e fitodepurazione nella produzione di prodotti genuini e rispettosi dell’ecosistema 
  • Alimentazione. Percorrere la strada della salute vuol dire imparare a conoscere, individuare e scegliere stili di vita e comportamenti adeguati fondamentali per una sana alimentazione e per il proprio benessere
  • I sensi. Quanti e quali sono. Impariamo a conoscerli
  • Gli elementi naturali. (aria, acqua, terra e luce) Nel ciclo vitale delle piante, con esperienza pratica di semina in campo

Contributo

Da 6,00 a 12,00 euro a seconda del percorso scelto e della durata. Possibilità di ristorazione su prenotazione (merenda, spuntino, buffet o pranzo) con prodotti aziendali e locali, a prezzo da concordare.

Contatti

Tel 059 541007

Cell.  349 6152546  328 4523493

2. Fattoria Uccelliera

Si trova in: via Statale 7 41036 - Medolla (MO) 

La Fattoria, è a conduzione famigliare da molte generazioni, ha una superficie di 6 ha con indirizzo viticolo e frutticolo; in particolare si producono pere, mele, pesche, albicocche, amarene, ciliege e fragole per la produzione di confetture. L’uva viene prodotta da molti anni e ne è testimonianza una tradizionale “piantata o alberata” centenaria; viene utilizzata per produrre vino e mosto cotto per l’acetaia familiare di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena e per produrre composte di frutta, aceto balsamico, saba e il savor.
Nella fattoria sono presenti animali di bassa corte: galline, oche, anatre, faraone, pavoni, conigli e caprette. Nelle zone a nord dell’azienda si possono visitare le valli mirandolesi; una vasta area di grande interesse naturalistico e nelle vicinanze il Castello dei Pico, il palazzo municipale di Mirandola e la rocca Estense a San Felice sul Panaro.

Attività didattica

  •  I cereali. Grano, orzo, miglio, avena, farro, segale, mais. Li maciniamo a pietra e facciamo il pane. Il pane nel tempo e nelle sue forme... ma che fantasia!
  • L’acetaia. Vediamo quanto cammina lento il grappolo di uva prima di diventare Aceto Balsamico Tradizionale di Modena. Nel periodo autunnale pigiamo insieme l’uva con i piedi.
  • Dal frutto al vasetto di marmellata come per magia!
  •  Il falò. Chi ha paura del fuoco? Accendiamo un fuoco, raccontiamo la sua storia mentre cuociamo il pane, le verdure...
  • La gara del girasole. Attività da svolgere in due periodi, in aprile seminiamo il girasole, a settembre  misuriamo e premiamo il più bello.
  • La piantata secolare. Un micro sistema in equilibrio.
  • Il percorso dei sensi. Se mi tolgo le scarpe sento la natura sotto i piedi...

Contributo

7,00 € (con degustazione prodotti tipici aziendali).

Contatti

tel. 0535 27730 

Cell. 348 5313823

3. Fattoria Riccina 

Si trova in: via Bosco, 391 41038 - San Felice Sul Panaro

Attività didattiche

  • Dal fiore al frutto. Osservazione della siepe e delle sue molteplici funzioni, ambiente di vita di numerosi piccoli animali e insetti utili, zona di equilibrio eco-ambientale della nostra campagna. Osserviamo il volo dei pronubi sui fiori spontanei, l’importanza dell’impollinazione, la morfologia del fiore e la sua trasformazione in frutto.
  • L’importanza dei pronubi e in particolare delle api nella realtà agricola, osservando il loro operato nel frutteto e nelle serre.
  • Dall’ape al miele: l’unità didattica prevede cenni sulla morfologia dell’insetto (ape regina, operaia, fuco) e la vita sociale dell’alveare.
  • La vita di ape operaia dalla deposizione dell’uovo alla sua piena maturità. Tutto sulla vita dell’ape regina e del fuoco. Un pò di storia dell’apicoltura, i materiali, i metodi di allevamento di ieri e di oggi, l’arnia odierna e i suoi accessori. I prodotti dell’alveare (miele, cera, propoli, polline, pappa reale e veleno).
  • Visita all’apiario: gli ospiti potranno, con una adeguata protezione, osservare da vicino la vita e l’organizzazione sociale delle api e l’apicoltore nella sua attività.
  • Visita al laboratorio di smielatura: gli ospiti potranno toccare con mano gli attrezzi utilizzati per la raccolta, la smielatura e il confezionamento dei prodotti dell’alveare.
  • La tipicità del miele: pane e miele, merenda sana e naturale, giusta conclusione di un percorso impegnativo ed emozionante.
  • La bottega delle api: costruiamo insieme un’ arnia e simuliamo una smielatura.
  • Realizziamo candele di pura cera d’api.
  • Una mattina con gli animali della fattoria: prepariamo il “pastone” o le miscele di cereali per il pollame, raccogliamo l’erba per le oche, accarezziamo e nutriamo capre e conigli. E dopo esserci lavati bene le mani facciamo merenda con i prodotti della fattoria.
  • Ottobre è tempo di mele: la mela regina dell’autunno, frutto da sempre legato alla storia, religione e magia del genere umano. Gli ospiti potranno visitare un piccolo meleto, raccogliere le mele da osservare e mangiare in tanti modi.
  • Dopo il lavoro una sana merenda a base di mele e…
  • Il magico orto: (frutta e verdura di stagione) le stagioni scandiscono i lavori agricoli.
  • La preparazione del terreno (lavorazioni e concimazioni). La semina: grano in autunno mais e ortaggi in primavera. Il trapianto e la cura delle giovani piantine di melone, di anguria, zucca nelle serre e in pieno campo. La fioritura, la cura dei frutti e la raccolta. Gli ospiti potranno per un giorno diventare agricoltori e con le mani nella terra creare le basi per un piccolo orto da portare a casa. Alla fine del lavoro faremo  merenda con i prodotti della fattoria.
  • Un gomitolo di pecora: percorriamo insieme tutte le operazioni che ci permettono di trasformare il vello della pecora in un gomitolo di filo di lana. La tosatura, il lavaggio, la cardatura, la filatura e la tessitura.

Contributo

a persona 5,00 € mezza giornata,
8,00 € (iva esclusa) giornata intera.
È possibile prenotare anche visite guidate:  Rocca Estense e Mostra Archeologica “G. Venturini” e altri luoghi di interesse Storico - Artistico.

Contatti

Tel. 0535 82912 cell 331 1339152

az.riccina@libero.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

Territorio | 7 fattorie didattiche nella bassa modenese

ModenaToday è in caricamento