menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto Stefano Venturi)

(foto Stefano Venturi)

I punti più panoramici del modenese nei quali ammirare lo spettacolo del foliage

Dal centro città alla piatta pianura, dalla collina alla bassa montagna, ecco i luoghi di Modena nei quali poter ammirare il fascino silente e variopinto del foliage

L’autunno è la stagione nella quale il nostro territorio si veste dei colori degni della tavolozza del pittore più esperto, è il periodo dell’anno in cui la natura assume il fascino di un’esplosione di sfumature aranciate e rossastre. Dal centro città alla piatta pianura, dalla collina alla bassa montagna, ecco i luoghi di Modena nei quali poter ammirare il fascino silente e variopinto del foliage.

Parchi cittadini: Parco Enzo Ferrari e Giardini Ducali

Il Parco Ferrari è di gran lunga l’area verde di Modena più estesa e noi modenesi lo sappiamo molto bene dal 2017 anno in cui è riuscito a contenere più di 200.000 persone in occasione del concerto da record di Vasco. Ampi spazi d’erba si alternano a zone alberate, collinette con percorsi podistici e laghi abitati da anatre e anatroccoli. Il tutto incorniciato da una flora diversificata e, in autunno, variopinta. Il colore delle foglie passa dal giallo all’aranciato, dal rosso acceso al violaceo in un’atmosfera fumosa nelle prime luci del giorno e calda e luminosa nel primo pomeriggio.

Spostandoci invece in zona centro storico la bellezza del foliage si può vivere tra le fronde dei Giardini Ducali. Leggendo un libro accoccolati su una delle innumerevoli panchine, passeggiando sul tappeto di foglie e terriccio od osservando il guizzo dei pesciolini rossi dal ponticciolo che sovrasta la vasca, risulta impossibile non fermarsi anche per un solo istante a godersi con il naso all’insù il tripudio di colori, forme e dimensioni delle foglie. Vi sono infatti più di 500 alberi da scoprire e contemplare tra i quali la grande quercia, un esemplare recentemente circondato da una siepe sempreverde di  Pyracantha navaho risalente al 1854.

Dolci pendii collinari: i filari di vite del Grasparossa

Imperdibili per gli amanti della natura e del foliage sono le colline ricoperte dai filari di vite del celebre Lambrusco modenese. In autunno i dolci pendii collinari tra Levizzano Rangone e Castelvetro si tingono di sfumature rossastre regalandoci scorci e panorami di estremo fascino apprezzati e invidiati da tutto il mondo ( e recentemente anche dal New York Times!)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la provincia di Modena sarà "zona rossa" da giovedì 4 marzo

Attualità

Firmata l'ordinanza per la zona rossa, il testo e le nuove regole

Attualità

Zona rossa: a Modena asili, nidi e parrucchieri chiusi da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento