menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Modena nascosta | Il borgo tardo-romanico che sembra un racconto affrescato

Nel piccolo borgo tardo-romanico la fantasia di alcuni artisti ha creato un particolare scenario di pitture, mosaici e sculture in armonia con gli edifici del luogo

Nel cuore dell’Appennino modenese, superato Pavullo nel Frignano, vi è una strada che si inerpica a spirale fino alla cima di un colle dove un’antica torre di vedetta scruta silenziosa il territorio circostante. Il percorso è affascinante, uno scenario di pitture, mosaici e sculture accompagna lo sguardo dei visitatori attraverso uno scenario di fusione tra arte e natura, di illusione di continuità e sovrapposizioni figurative.

I muri austeri di piccole case rustiche poste lungo la via si trasformano in colorati supporti di murales e raffinate composizioni mentre il terrapieno del colle che costeggia la strada si riscopre libro fiabesco, una narrazione visuale di mosaici concepiti dal genio e dall’esperienza di Anna Minardo.

Benvenuti a Lavacchio, un borgo affrescato tra natura e illusione.

I muri delle abitazioni: affreschi e composizioni a cielo aperto

Negli anni '80 Lavacchio divenne centro di una particolare esperienza: artisti di fama internazionale diretti dall’artista Anna Minardo si riunirono a Lavacchio per donare una nuova vitalità, per riempire l’assordante silenzio di un borgo ormai abbandonato e dimenticato. In poche parole, per creare una comunità attraverso l’arte.

Ecco allora che l’antico borgo tardo-romanico si tinse di tonalità coloratissime e rappresentazioni di una concretezza tale da generare l’illusione del reale.

Le pareti di un gruppo di casupole poste ai piedi del colle (con la torre in cima) mostrano affrescate altrettante casupole sovrastate dall’ombra della torre in rovina, un bellissimo effetto trompe-l’oeil; poco più avanti invece, sul muro di un’abitazione diroccata, vi è l’immagine dipinta di una fanciulla che appoggiata ad una loggia contempla affascinata il paesaggio circostante.

La Modena Nascosta | La statua che sopravvisse ai bombardamenti del 1944

Proseguendo si arriva al centro del paese dove un conglomerato di edifici è il narratore silente di altrettante pitture. Ciò che colpisce maggiormente è l’accurata contrapposizione interno-esterno: un murale raffigura un fanciullino intento a disegnare graffiti sul muro (che è a sua volta disegnato) mentre una bambina  tende la mano verso un grappolo di palloncini colorati, le ombre di un’accuratezza che sfiora il reale. Sul muro della casa contigua una ragazza suona una chitarra nell’intimo della propria cameretta, una bambola giace supina sul letto, sul comodino un orologio segna le 13.20.

Il terrapieno: i mosaici e le sculture di Anna Minardo

Se tra i murali delle abitazioni affrescate e la natura del paesaggio montano vi è un rapporto di perfetta armonia e fusione, del muro che fa da terrapieno del colle non si può dire lo stesso.

Di lunghezza superiore ai 70 metri il muro fu utilizzato dall’artista come supporto per una collana di mosaici e sculture. Le opere sono collegate tra loro da un punto centrale, una grande goccia azzurra e deforme, dalla quale si diramano elementi astratti e corpi nudi di donna: ampi motivi circolari, fiori stilizzati e particolari astratti si intersecano con stucchi in altorilievo di figure umane in cemento bianco, oramai annerito dalle intemperie.

“Sui muri di Lavacchio”: bando per 16 artisti volto a riqualificare l’arte del borgo

 A causa del cattivo stato di conservazione delle opere dovuto all’incuria del tempo e della scarsa manutenzione degli ultimi anni l'Amministrazione Comunale di Pavullo ha indetto un bando pubblico rivolto ad artisti per vivacizzare e riqualificare il borgo.

Il concorso è aperto a tutti gli artisti singoli o in gruppo (età minima 16 anni) che risiedono, lavorano o studiano a Modena o provincia. Per partecipare è necessario realizzare un bozzetto il cui tema verta sulla relazione e il dialogo tra uomo e natura (con almeno un elemento di richiamo all’identità, la storia o la cultura di Pavullo e territorio) entro il 14 Dicembre 2020.

Per ulteriori informazioni e per scaricare la documentazione necessaria consultare il Bando nel Sito del Comune di Pavullo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 1.151 nuovi positivi in regione. Modena prima provincia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Uccide la moglie malata poi chiama i Carabinieri, dramma a Vignola

  • Cronaca

    Castelvetro, operaio ferito nel cantiere dell'ex Vecchia Cantina

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento