menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cosa sappiamo di... | Linz, la gemella d'oltralpe di Modena

Ecco una breve lista delle peculiarità e curiosità che caratterizzano e accomunano Modena a Linz, città gemella dal 1993 

Dal 1993 Modena e la città austriaca di Linz sono legate da un patto di gemellaggio. Ma cosa sappiamo di Linz, terza città più grande e popolosa d'Austria, e cosa ha in comune con la nostra Modena? Ecco una breve lista delle peculiarità e curiosità che caratterizzano la gemella d'oltralpe.

Linzer Torte, la torta più antica del mondo

Per fare un paragone, la Linzer Torte è per gli austriaci ciò che per i modenesi sono i tortellini, è un simbolo della città, consumata in particolare durante le festività natalizie, nonchè oggetto di un sorprendente e gustoso primato: la ricetta di torta più antica al mondo.

La storia vuole che per molti anni fosse indicata come più antica del mondo una ricetta datata 1696 conservata a Vienna, nella Stadt-und Landesbibliothek. Nel 2005, inaspettatamente, fu trovata dal direttore di un museo dell’Alta Austria una ricetta ancora più antica, risalente al 1653 e, cosa del tutto particolare, veronese.

Che la celebre Linzer Torte abbia o no origini italiane rimane un mistero come di origini ignote sono  le leggende  intorno all'identità del personaggio che portò in produzione la torta in età moderna: un confettiere viennese dal nome Linzer o il pasticciere francone Johanne Konrad Vogel? Ciò che è certo è che, intorno al 1850, il viaggiatore austriaco Franz Holzlhuber portò la Linzer Torte a Milwaukee da dove poi la ricetta si diffuse negli Stati Uniti rendendo celebre in tutto il mondo la cittadina austriaca.

Ma com’è la Linzer Torte?

La Linzer Torte si presenta come una torta bassa dall’impasto friabile profumato da varie spezie come vaniglia, chiodi di garofano e cannella. Il ripieno è di marmellata di ribes rosso o lekvar. Un fitto reticolo di strisce di impasto unito ad un spolverata di mandorle ricopre e abbellisce il classico dolce di Natale. 

Natale 2020 | La ricetta originale della torta più antica del mondo si mangia durante le feste natalizie

La Manifattura Tabacchi di Modena e la Tabakfabrik di Linz: due progetti di riqualificazione urbana a confronto

Nel Novembre 2017 una delegazione di Linz guidata dal sindaco Klaus Luger si recò in visita a Modena in occasione di proficui momenti di confronto e innovazione. Tra la ricca agenda di eventi significativo fu un incontro in cui l'equipe d'oltralpe seppe dare all'amministrazione del nostro territorio di eccellenze una lezione di progettualità e gestione del tutto innovativa.

Oltre al patto di gemellaggio a legare le due città è un fiorente passato industriale, come dimostrano l’ex Manifattura Tabacchi di Modena e la Tabakfabrik di Linz, ed un presente di progetti di riqualificazione urbana del tutto all’avanguardia. O almeno, d’avanguardia per Linz.

La delegazione austriaca, infatti, presentò con Tabakfabrik Linz uno dei più virtuosi progetti di recupero a livello europeo, avendo trasformato il complesso in disuso in una "smart factory" che ospita importanti aziende del settore delle nuove tecnologie. Non un semplice e gigantesco "coworking", ma un vero e proprio distretto urbano votato alla ricerca e allo sviluppo, alla promozione delle industrie creative, fino all'offerta di spazi di aggregazione e all'organizzazione di eventi artistici e culturali.

Tabakfabrik Linz passò quindi sotto il controllo pubblico del Comune e passo dopo passo si è passati dal recupero architettonico del complesso, di per sè considerato di pregio, al graduale riempimento. Diverse attività si sono insediate negli spazi: uffici, grandi open space, laboratori, attività commerciali, sale riunioni e congressi e spazi espositivi.

Il parallelismo con la Manifattura Tabacchi nostrana non lascia scampo. Fatto salvo il pregio estetico, ciò che il recupero urbano ha consegnato alla città è una nuova strada pedonale, che solca contenitori pressochè vuoti, un'enorme capannone in stato di abbandono, una farmacia, una sede museale e statue equestri che galoppano verso mete più aggraziate. Nato su un'idea di recupero che puntava tutte le sue carte sul residenziale, il progetto si è rivelato quantomeno inadeguato, consegnando alle imprese edili e alla Cassa Depositi e Prestiti un buco milionario. Nulla a che vedere con Linz.

Illustri cittadini: Giovanni Keplero, Anton Bruckner e Wolfang Amadeus Mozart

Sebbene Johannes Kepler fosse originario di Weil der Stadt, nella Germania meridionale, il celebre astronomo e matematico risiedeva a Linz quando scoprì e formulò la terza delle omonime leggi sul movimento dei pianeti, la Legge dei Periodi. All’epoca, infatti, Keplero soleva coniugare una vita ricca di impegni accademici tra facoltose Università d’Europa alla doppia carica professionale  di matematico territoriale e imperiale a Linz.

Altro illustre cittadino fu Anton Bruckner, compositore e organista nella vecchia cattedrale di Linz tra il 1855 e il 1868. A lui è dedicato il Brucknerhaus, una delle maggiori attrazioni storico-culturali della città. Ma non è tutto. La quiete e il fascino delle  contrade di Linz fu di ispirazione a un altro compositore, se non il maggior compositore di fama mondiale, Wolfang Amedeus Mozart, austriaco ma di Salisburgo, che nel Novembre del 1783 compose i capolavori Linzer Sinfonie e Linzer Sonate.

Un pullman chiamato Modena

In un soleggiato sabato di inizio Marzo del 2015, tra gli sguardi sbigottiti dei passanti, fece il suo trionfale ingresso in centro storico un pullman chiamato “Modena”.

Partito da Linz, il mezzo sfoggiava una carrozzeria del tutto  particolare:  su una fiancata del pullman la scritta Modena in caratteri bianchi capeggia lucente a indicar la retta via mentre e sulla portiera è  lo stemma gialloblu del Comune ad essere raffigurato. Sempre sul fianco, verso la parte posteriore, una grande immagine della Ghirlandina tra quelle di prodotti tipici e paesaggi regionali.

Dopo l’arrivo di un secondo pullman, questa volta dedicato alla regione Emilia-Romagna, un centinaio di turisti austriaci, Günter Kleinhanns, in rappresentanza della città di Linz e Wolfang Stöttinger, proprietario del tour operator genitore dei pullman, furono accolti in piazza Grande con l'allegro benvenuto della Banda Cittadina Andrea Ferri.

 Obiettivo dei "bus dedicati", promuovere e far conoscere Modena e l’Emilia Romagna ai turisti che dall’Austria vengono in Italia e in particolare sulla Riviera Adriatica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Contagio, oggi 379 casi e 7 decessi in provincia di Modena

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento