menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cosa sappiamo di... | Londrina, la gemella brasiliana di Modena

Modena e Londrina intrattengono un rapporto di partnership commerciale ed economica sin dal 1998 minato tuttavia nel 2013 da una mozione presentata in Consiglio Comunale

Gemella di Modena dal 1998, Londrina è una città brasiliana dello stato del Paranà e parte della mesoregione del Norte Central Paranaense. Vediamone allora tratti distintivi, attrazioni e, infine, una vicissitudine che minò nel 2013  la stabilità del rapporto di gemellaggio tra le due comunità.

L’autodromo internazionale di Londrina dedicato ad Ayrton Senna

Si chiama “Autòdromo internacional Ayrton Senna” ed è il tracciato costruito a partire dal 1992 che ospita gare della Formula 3 Brasil, la Copa Petrobas De Marcas e altre competizioni Turismo.

La costruzione fu completata in tempi relativamente brevi, con il circuito pronto per la sua inaugurazione in agosto. La pista è lunga 3,145 km e consiste essenzialmente in due rettilinei paralleli con complessi di angoli a ciascuna estremità. Una curva in discesa veloce all'estremità occidentale è la caratteristica distintiva, con il suo apice cieco che porta ad un breve rettilineo e una frenata brusca per le curve finali su per la collina verso i box.

L’evento d’inaugurazione fu la 500 miglia di Londrina, che presto divenne un punto fermo annuale del calendario delle gare del circuito, mentre in seguito si stabilirono i round di Formula Tre, Stock Car e Fórmula Truck e la pista iniziò a prosperare tranquillamente.

Dopo la morte dell'idolo brasiliano Ayrton Senna nel 1994, nel giugno dello stesso anno fu approvata un'ordinanza per cambiare ufficialmente il nome della pista in “Autódromo Internacional Ayrton Senna” in onore del Magic, uno tra i più forti piloti di Formula 1 al mondo.

Salto do Apucaraninha - cascate Apucaraninha

La Londrina verde che si contrappone al vetro e cemento dei grattacieli è rappresentata da una delle attrazioni naturali principali della regione: le cascate Apucaraninha.

La cascata si trova all’interno della riserva indigena Apucaraninha, è a libero accesso e si può raggiungere attraverso una strada sterrata lunga all’incirca 20 kilometri circondata da montagne e valli che sfocia in un ponte, percorribile in automobile, direttamente sul Rio Apucaraninha. Da questo punto panoramico si può ammirare l’imponenza della cascata e del paesaggio circostante: canyon, vegetazione rigogliosa, rocce sulle quali sedersi e contemplare il Salto do Apucaraninha. Tuttavia, il panorama più scenografico e mozzafiato si può carpire esclusivamente a valle, dove l’imponenza e la maestosità dell’acqua si gettano in un fragoroso tumulto da un’altezza di 116 metri.

Salto_Apucaraninha_-_panoramio_-_Alex_BATISTA_COELHO-2

Monumento O Passageiro

Inaugurato nel 1987 il monumento O Passageiro è un’opera dell’artista Henrique Aragão dedicata ai viaggiatori, uomini in costante ricerca di un’integrità interiore e dell’unità tra Eros (desiderio) e Tanato (morte). La scultura è alta 15 metri, è composta da colonne di cemento e da una sfera tripartita che sorregge due figure umane ed un seme: la prima figura è rivolta verso l’interno, simbolo di esplorazione interiore, mentre la seconda è rivolta verso l’esterno, colta nell’atto di ricercare un’interazione con l’infinito ed il cosmico. Secondo le parole dell’artista, invece, il seme rappresenta “tutto ciò che si crea, tutto ciò che nasce e tutto ciò che si trasforma”.

Interrompere il gemellaggio con Londrina sino all’estradizione di Battisti, la mozione presentata a Modena nel 2013

Nella seduta del 27 Maggio 2013, il Consiglio di Modena si è riunito per valutare la mozione presentata da membri di Pdl, Fratelli d’Italia e Udc inerente al blocco delle relazioni commerciali ed economiche tra Modena e la gemella Londrina sino all’avvenuta estradizione del terrorista Cesare Battisti.

Il documento chiedeva alla Giunta di sostenere le azioni intraprese dal Governo nel 2011 per ottenere “l’estradizione in Italia del terrorista rosso Cesare Battisti”, dopo che il presidente del Brasile l’aveva negata. La mozione invitava inoltre la Giunta a sollecitare il sindaco di Londrina a farsi portavoce, presso il Governo brasiliano, della posizione assunta dalla città di Modena e a “interrompere le partnership commerciali ed economiche stabilite in virtù del gemellaggio fino a quando l’estradizione del terrorista Cesare Battisti non sarà concessa”.

La mozione, dopo mesi di dormiente latenza, è stata infine respinta dal Consiglio Comunale che non ha ritenuto opportuno inclinare le relazioni tra le due comunità per una questione di “livello nazionale” e di diplomazia di competenza del Governo Italiano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 1.151 nuovi positivi in regione. Modena prima provincia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento