menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coupon per "abbracciare da lontano" i suoi alunni, l'idea della maestra Antonietta di Montale

"Reinventare la didattica, la gestione degli spazi, ma soprattutto mantenere il contatto con i bambini, tenere con loro un filo, fare squadra": così la maestra Antonietta Coletta della scuola primaria Anna Frank di Montale ripensa la ripartenza tra i banchi

A meno di una settimana dall’inizio della scuola migliaia di bambini e insegnanti si preparano a tornare tra i banchi di scuola consapevoli di un contesto diverso, nuovo, di un modo di stare insieme completamente rivoluzionato dal Coronavirus.

Distanziamento, termoscanner, mascherine, da mesi si discute intorno agli aspetti pratici di accoglienza per garantire maggior sicurezza possibile negli ambienti scolastici a scapito di quelli più empatici, i desideri e la voglia dei bambini di rivedersi, riunirsi e sorridersi. Di essere umani.

Aspetti vitali intorno ai quali un’insegnante della scuola primaria statale Anna Frank di Montale, Antonietta Coletta, ha deciso di lavorare maggiormente, inventandosi una serie di teneri stratagemmi per non rinunciare all’empatia e al calore tipici dei bambini. La sua principale creazione consiste in coupon speciali da consegnare ad ogni bambino, simili a quelli che si ricevono nei centri commerciali o nei negozi, ma che in cambio di sconti o prodotti tester regalano “abbracci coccolosi da lontano” o una calorosa “stretta di mano a distanza”, sorrisi, sguardi. E non solo. Maestra Antonietta, che tutti chiamano Antonella, ha pensato anche ad attività che stimolino la curiosità e la creatività dei suoi bambini, a lungo sopite durante i mesi di lockdown.

Ecco allora che sui coupon troveremo un simpaticissimo “ballo di gruppo a distanza creato da te” o un “laboratorio creativo”, nelle aule verrà ascoltata musica e anche se non si potrà cantare a tutto fiato lo si farà tutti insieme nella mente, cullati dalle stesse melodie come onde di uno stesso mare.

"Alle mie colleghe ho detto: non dobbiamo dirci 'questo non lo dobbiamo fare', ma piuttosto: 'facciamo questo'". Reinventare la didattica, la gestione degli spazi, ma soprattutto mantenere il contatto con i bambini, "tenere con loro un filo, fare squadra" racconta la maestra Antonietta a La Repubblica. "Ora cambierà l'atteggiamento di accoglienza, ma ci reinventeremo, mano a mano impareremo come fare, e i bambini ci daranno una mano"

Coupon (illimitati), musica e cuori sui quali i genitori potranno scrivere frasi amorevoli e d’incoraggiamento e che i bambini custodiranno nello zaino nel difficile momento della ripartenza. Tantissime idee che evidenziano l’entusiasmo e l’amore della maestra Antonietta verso i suoi bambini e che tiene a condividere sui suoi canali social, la popolarissima pagina Facebook ed il profilo Instagram,  affinchè sempre più maestre e genitori possano trarre spunto per non rinunciare a sorrisi nonostante le mascherine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento