rotate-mobile
social

Segreti in cucina | Come preparare gli "Stracadèint", antenati modenesi degli amaretti

Attenzione: per addentare gli stracadèint occorre essere muniti di una buona dentatura

Gli amaretti, a Modena, li conoscono (e li mangiano) tutti. Da quelli più morbidi e croccanti  di Spilamberto a quelli più secchi di Cognento passando per gli amarelli di Modena, il tipico dolce della tradizione persiste nei ricordi e nella memoria di tantissimi modenesi. Spesso si mangiavano a merenda in compagnia di amici o durante i pranzi domenicali in famiglia, ancora più spesso, poi, erano accompagnati da un buon vino frizzante.

Ma, il modenese più attempato si ricorderà anche degli antenati degli amaretti, denominati in dialetto stracadèint, gli "spacca denti". E' una versione più rustica degli amaretti e, da come si evince dal nome, decisamente più croccante.

Dunque, se siete dotati di una buona dentatura, ecco a seguire la ricetta degli stracadèint:

INGREDIENTI

  • 750 gr di mandorle dolci
  • 600 gr di zucchero
  • 400 gr di farina
  • 5 chiare d'uova

PROCEDIMENTO

Per prima cosa, sbucciate le mandorle dolci immergendole in una ciotola d'acqua calda. Tamponate con un burazzo e asciugate per bene. In una ciotola capiente, poi, unite insieme tutti gli ingredienti: setacciate la farina, unite lo zucchero e le 5 chiare d'uova, mescolate per bene, aggiungete le mandorle dolci e amalgamate nuovamente il tutto.

A parte, ungete con un poco di strutto una teglia da forno, cospargete con un poco di farina e disponete a cucchiaiate l'impasto appena realizzato. E' bene che tra un mucchietto e l'altro di impasto vi sia abbastanza spazio; in questo modo gli stracadèint, allargandosi in cottura, non si attaccheranno gli uni con gli altri. Poneteli in forno a 170\180° e, appena imbiodiscono, toglieteli. Prima di staccarli dalla teglia attendete che si raffreddino, altrimenti si rompono.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Segreti in cucina | Come preparare gli "Stracadèint", antenati modenesi degli amaretti

ModenaToday è in caricamento