menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chi sono "I Trillici", la band modenese-romagnola che partecipò ad X-Factor 2020

Impossibile da dimenticare l'audizione ad X-Factor 2020 (e la relativa reazione dei giudici) dell'eccentrico trio della Bassa e di Cento

A Modena il trillice non è solamente il nome del terzo tra le dita dei piedi sapientemente elencati da Rosario Fiorello durante un momento di sanremese didattica a distanza. A Modena il trillice, o meglio, i “Trillici”, sono un concentrato di energia, humor ed irriverenza nel corpo di tre giovani ragazzi.

Uniti in una band dal 2018 il trio indie-punk è composto da Andrea Zambelli e Alex Pinca originari di Cento, ed Enea Scommaparin di San Prospero, un trio che “fonde la freschezza dei lidi romagnoli con il disagio esistenziale adolescenziale spaziale tangenziale, il tutto coadiuvato da una generosa dose di ukulele e distorsioni rigorosamente ingiustificabili” - cita con accuratezza Rockit.it

“Ukulule e distorsioni ingiustificabili” apparse anche nell’edizione 2020 di X-Factor, dove alle auditions, hanno saputo stregare i giudici Manuel Agnelli, Emma Marrone, Mika ed Hell Raton con una cover originale dei Queen “Don’t try suicide”. Nonostante tre sì su quattro, il percorso de I Trillici non proseguirà nella competizione del noto talent show ma si rivelerà trampolino di lancio di visibilità e opportunità per creare nuova musica.

Di recente hanno festeggiato il primo anniversario dell’uscita dell’ultimo EP “Così underground che mi vorrei seppellire”, disponibile su tutte le piattaforme digitali compresi due videoclip dei brani “Siena” e “Insalata al Mc Donald”, mentre sui canali social annunciano novità in arrivo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 1.151 nuovi positivi in regione. Modena prima provincia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento