Speciale

Crotone - Carpi 1-1 | Un punto firmato Concas e Colombi

Prova di carattere dei biancorossi che escono imbattuti da Crotone, grazie a due della vecchia Guardia. Espulso Mokulu al 96'

Foto Carpi Fc 1909

Notizie da Crotone: il Carpi c’è e non si arrende. I biancorossi tornano a far risultato in trasferta dopo il blitz di Perugia, vecchio di quaranta giorni.  L’1-1 dello “Scida”, identico a quello di quattro anni fa con pari nel finale di Poli, vale sì un solo punto, ma di fatto può essere definito un punto di partenza verso un campionato meno sofferto della truppa di Castori.  A differenza di martedì sera contro il Palermo e comunque contro un avversario di caratura inferiore (va ammesso), il Carpi non si è smarrito dopo la rete subìta,  ha tenuto a bada il Crotone, trafiggendolo a metà ripresa, ed è stato premiato, aggrappandosi ad una rete di Concas ed al solito Colombi, il vero top player dei biancorossi. Note stonate l’infortunio di Arrighini, rilevato da Mokulu, e poi l’espulsione dello stesso attaccante belga. Sabato al “Cabassi” arriva il Benevento, e il Carpi ha seri problemi nel reparto offensivo. 

LA CRONACA - E’ il Carpi ad avere la prima palla gol del match, ma al 6’ Arrighini tutto solo si fa sbarrare la strada da una pronta uscita di Cordaz.  I calabresi impiegano 16’ per costruire la prima azione degna di nota: Budimir allarga per Firenze sulla destra, ma l’ex Venezia non centra il bersaglio. Il Crotone intensifica l’azione d’attacco. Prima (18’) un colpo di testa di Barberis (cross di Martella) e poi (20’) lo stesso Martella impegnano chiamano in causa Colombi. Il gol dei pitagorici nasce sempre da sinistra, dove Pachonik soffre e non poco Martella. L’esterno crotonese pesca al 22’ Molina in area e il colpo di testa dell’ex di turno spiazza Colombi e porta in vantaggio il Crotone.  I calabresi hanno poco dopo la chance per il 2-0 con lo stesso Molina, ma Colombi risponde presente e tiene in vita il Carpi. La reazione biancorossa nel primo tempo è tutta in un tiro fuori misura di Jelenic alla mezz’ora. Poco, troppo poco, per impensierire il Crotone che invece, dal canto suo, riesce a gestire il match a piacimento. Avversario in più, per chi deve risalire il risultato, la pioggia che cade copiosa sullo “Scida” e sui trenta eroici tifosi emiliani presenti.  

Sostituzione forzata per Castori, che deve fare a meno di Arrighini al 12’ della ripresa. Tocca a Mokulu, e quasi contemporaneamente fa l’ingresso in campo Machach al posto di Piscitella. Forze fresche per i biancorossi alla ricerca del pareggio. Oddo ricorre a Simy in luogo di Budimir, lontano parente del cannoniere di qualche tempo fa.  Al 20’ Il Carpi si scuote con Machach, iniziativa personale per vie centrali del franco-algerino che però si infrange sulla difesa di casa, ben piazzata. Il pareggio al 28’: Mokulu apre per Concas che trova un varco sulla destra ed indovina la conclusione vincente. Per il calciatore genovese (155 presenze in campionato col Carpi, ventitreesimo gol),  è il primo lontano da casa dopo ben 4 anni (rete nel leggendario 0-5 di Pescara del 2014). Ultima sua presenza nel tabellino dei marcatori sette mesi fa contro la Ternana. “Chico” tiene il Carpi aggrappato al campionato con una rete pesantissima in un momento particolare della stagione.  Oltre al gol di Concas, tuttavia, è fondamentale un intervento super di Colombi su una conclusione ravvicinata di Faraoni. Poco ci manca che al 43’ Machach concretizzi un clamoroso sorpasso. Cordaz si oppone con i piedi. Al 3’ di recupero Crotone vicinissimo al 2-1, sempre Colombi sugli scudi. Il portierone si oppone da par suo respingendo d’istinto un pallone velenosissimo toccato prima da Spinelli e poi da Pasciutinell’area piccola,  Una parata che vale un gol e che è fondamentale per uscire imbattuti dallo “Scida”. Un recupero infinito, inizialmente di 5’ ma poi si è giocato fino al 52’. Attimi concitati, si forma una rissa e ne fanno le spese il portiere di casa, Cordaz e Mokulu entrambi espulsi.  

IL TABELLINO
GOL:
22’ Molina; nel s.t. 28’ Concas. 
CROTONE (4-3-1-2): Cordaz 5; Faraoni 6,5,  Sampirisi 6, Vaisanen 6, Martella 7; Rohden 6, Barberis 6, Molina 7; Stoian 5 (37’ st Curado s.v.), Budimir 5  (19’ st Simy), Firenze 6 A disp.: Festa, Figliuzzi, Cuomo, Golemic, Crociata, Zanellato, Nanni, Valietti, Spinelli, Aristoteles.  All.: Oddo 6.   
CARPI (4-4-1-1): Colombi 7,5; Pachonik 5,5, Sabbione 6, Poli 6, Buongiorno 6; Jelenic 6, Mbaye 6, Pasciuti 6, Piscitella 5,5 (13’ st Machach 6);  Concas 7 (45’ st Suagher s.v.); Arrighini 5,5 (12’ st Mokulu 5) A disp.: Serraiocco, Ligi,  Romairone, Vano, Saric, Barnofsky, Wilmots, Di Noia. All.: Castori 6,5.  
ARBITRO: Prontera di Bologna 6,5 (assistenti Cangiano e Grossi; quarto ufficiale Longo). 
NOTE: espulsi Cordaz e Mokulu al 51’ del s.t.; ammoniti nel s.t. 8’ Vaisanen, 19’ Mbaye, 32’ Stoian, 50’ Barberis, 51’ Faraoni. Recupero 0’, 7’.  Tiri in porta 5-4. Corner 7-4.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crotone - Carpi 1-1 | Un punto firmato Concas e Colombi

ModenaToday è in caricamento