menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alfa Romeo in Formula 1? Forse entro un paio d'anni 

Un clamoroso rientro del marchio del Biscione è molto chiacchierato nel circus ed ha trovato una prima conferma nelle parole di Sergio Marchionne. Ferrari lascia? “Improbabile, ma se vogliono trasformare circus in Nascar facciano a meno noi”

Un tuffo nel passato con monoposto di Formula 1 a marchio Alfa Romeo? Non è uno scenario troppo fantasioso quello che da qualche tempo ha iniziato a circolare più che altro come suggestione dell'ambiente dei costruttori che partecipano al grande circus mediatico-sportivo di Ecclestone. Si tratterebbe però di un'ipotesi ancora lontana dalla immediata concretezza, che tuttavia è stata alimentata nientemeno che da Sergio Marchionne, presidente del Cavallino e amministratore delgato di Fca.

Durante la tradizionale conferenza stampa di fine anno della Scuderia Ferrari, Marchionne ha toccato l'argomento, dichiarando: "Il marchio Alfa Romeo, è incredibile come resti nel cuore della gente. Proprio per questo stiamo pensando a un suo ritorno, come nostro competitore, alle corse, alla Formula 1. Credo entro un paio d'anni".

Per il maneger è dunque importante che il Biscione rientri nelle competizioni sportive ai massimi livelli, come fece per lungo tempo, dagli esordi fino al 1985. La praticabilità di questa suggestione dovrà ora affrontare la prova della realtà, in uno scenario che ha visto progressivamente fuggire i costruttori storici dalla Formula 1, a favore di nuovi team “clienti”, mossi esclusivamente da munifici sponsor.

Proprio il tema dei costruttori è stato al centro della conferenza stampa del presidente del Cavallino. "Se vogliono trasformare la Formula 1 in Nascar possono fare a meno di noi", ha attaccato Marchionne, spiegando che l'addio della Ferrari è sempre possibile, “ma improbabile”. A muovere i team in questa fase non sono certo valori olimpici, ma la delicata fase di trattativa economica sulla redistribuzione dei proventi, sulle forniture motoristiche e sui rapporti con le piccole squadre che si affacciano al campionato del prossimo anno. Molti gli scenari possibili, tra i tanti messi sul tavolo di Bernie Ecclestone.

Ma l'idea di Marchionne è chiara: "Ho sempre augurato che arrivino più costruttori in F1. Ai tempi avevo incoraggiato Volkswagen e General Motors. Farebbe bene allo sport, farebbe bene a loro, farebbe bene a noi".

Il commento finale del presidente del Cavallino è stato rivolto a Sebastian Vettel e al suo più che positivo arrivo in Ferrari: "Dopo cinque anni a Maranello, Fernando Alonso è uscito meno ferrarista di quanto sia stato Sebastian Vettel fin dall'inizio – ha sentenziato Sergio Marchionne - Sebastian alla cena di sabato scorso mi ha colpito molto davanti a 1200 persone con un discorso in italiano. Era di una perfezione incredibile. Ha grandissimo cuore e un grandissimo attaccamento alla scuderia. Ogni giorno è diventato sempre più ferrarista".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Contagio, solo 97 casi nel modenese. Corrono le guarigioni

Attualità

Contagio. Oggi a Modena 150 casi, ma percentuale stabile

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento