Scomparsa di Almer Berselli, il cordoglio di Pighi e Marino

Telegramma del sindaco alla famiglia dell’uomo simbolo della palla ovale modenese L’assessore allo Sport vorrebbe dedicargli una partita della Nazionale di Rugby al Braglia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

Con un telegramma alla famiglia, il sindaco di Modena Giorgio Pighi ha espresso il suo personale cordoglio e quello della città per l’improvvisa scomparsa di Almer Berselli, uomo simbolo del Rugby a Modena. Entrato nel 1962 da giocatore – ricorda Pighi – per il Modena Rugby è stato poi allenatore, consigliere e presidente della nuova società dal 2002, portando la squadra dalla serie B in serie A1 e trasmettendo ai modenesi l’entusiasmo per il mondo della palla ovale e i valori di quello sport.

“Sono costernato, ci lascia l' ‘uomo del Rugby’ e io non vorrei ricordarlo solo come assessore, ma come un amico – sottolinea Antonino Marino, assessore comunale allo Sport – con il quale in dieci anni era maturato un rapporto sincero. Ci siamo sentiti fino al giorno prima – ricorda Marino – perché Berselli voleva regalare alla città un’altra indimenticabile partita a novembre e si doveva chiudere un incontro con la Federazione. Mi impegno a fare tutto quanto potrò, anche dopo la conclusione del mio mandato, perché il Braglia - prosegue l’assessore - ospiti di nuovo gli Azzurri del Rugby in una giornata che sarà dedicata ad Almer Berselli”.

Torna su
ModenaToday è in caricamento