Lunedì, 2 Agosto 2021
Sport

Ascoli-Carpi 1-0 | Per i biancorossi una sconfitta che fa male

All'Ascoli basta un gol di Cavion dopo un'ora di gioco. Buon primo tempo, ripresa nervosa e Carpi sterile e inoffensivo

Una brutta sconfitta quella rimediata ad Ascoli dal Carpi, che nelle Marche perde 1-0 e resta ancorato nei bassifondi della classifica alla vigilia del turno di riposo (biancorossi di nuovo in campo martedì 30 al “Cabassi” contro il Palermo). Ai bianconeri, avversari diretti nella aspra lotta per non retrocedere, è bastata una “transizione” di Cavion proprio nel cuore della ripresa, quando la squadra di Castori era discretamente in controllo del match. Poi, di fatto, non si è più giocato, con il direttore di gara, il romano Marini, che non ha saputo tenere a bada i calcioni e i “dispettucci”, da una parte e dell’altra. E’ finita col Carpi piuttosto arrabbiato. In realtà, però, il Carpi deve prendersela innanzitutto con sé stesso, per essere cascato nel “trappolone” preparatogli da Vivarini e per non essere riuscito a produrre granché dopo la rete subìta (e per la verità neanche prima). Una brutta sconfitta, si diceva, perché conferma l’inerzia di questo inizio stagione che è decisamente negativo. 

LA CRONACA DEL MATCH - La prima opportunità capita all’ascolano Ganz al 7’ che sugli sviluppi di un corner viene ben assistito da Ninkovic ma cicca clamorosamente a due passi da Colombi. Al 12’ Mokulu, in acrobazia arriva per primo su un cross da destra di Pachonik ma non coglie il bersaglio. L’Ascoli riparte in fretta, al 13’ fa tutto Ninkovic, porta palla fino al limite dell’area e poi tenta il destro a giro che sfiora il palo. Lo stesso ex genoano si mette in evidenza al 26’ sfiorando il palo su calcio di punizione: la palla scavalca la fitta barriera ma esce a lato. La pressione bianconera cresce col passare dei minuti, la squadra di Vivarini spaventa il Carpi con l’ex Beretta al 34’ (sinistro potente e centrale che Colombi neutralizza in due tempi) e poi al 35’ con Ganz e lo stesso Beretta, con doppio intervento del portiere biancorosso. Al 39’ l’altro ex Brosco trova in gol addirittura in rovesciata, ma è tutto fermo per un fallo dello stesso Brosco su Ligi. 

Nella ripresa il Carpi si presenta con Mbaye al posto di Di Noia. Al quarto d’ora, dopo una fase di gioco molto equilibrata, è la squadra di casa a trovare il vantaggio. I biancorossi si fanno sorprendere da Cavion che in contropiede trova spazio per avanzare ed indirizzare nell’angolino di fatto senza alcuna opposizione. Una mazzata per la squadra di Castori, il quale perde Pachonik chiede di uscire (dentro Arrighini), poi toglie Saric a beneficio di Piscitella e di una potenziale azione offensiva più efficace. Ci prova Jelenic, su calcio piazzato al 27’, ma la mira non è quella giusta. Protesta il Carpi per un fallo di Cavion su Pasciuti che subisce un brutto fallo e resta a terra. La gara si incattivisce e di sicuro il nervosismo non favorisce i biancorossi nel tentativo di rimonta. Fioccano i cartellini gialli, meno le occasioni gol. Si gioca fino al 96’ con l’Ascoli che arriva in fondo con mestiere e cattiveria. Il Carpi mastica amaro e lascia il “Cino e Lillo Del Duca” a mani vuote.  

ASCOLI - CARPI 1-0 (0-0) 

GOL: nel s.t. al 15’ Cavion,  
ASCOLI (4-3-1-2): Perucchini 6; Laverone 6, Brosco 6,5,  Padella 6, D’Elia 6; Casarini 6 (22’ st Addae 6) Troiano 6, Cavion 6,5; Ninkovic 6,5; Beretta 6 (23’ st Rosseti 6), Ganz 5,5 (41’ st Frattesi s.v.). A disp.: Lanni, Bacci, De Santis, Quaranta, Kupisz, Zebli, Parlati, Ngombo. All.: Vivarini 6. 
CARPI (4-4-1-1): Colombi 6,5; Pachonik 5,5 (18’ st Arrighini 6), Suagher 5,5, Ligi 6, Buongiorno 5,5; Jelenic 6, Sabbione 6,  Di Noia 5,5 (1’ st Mbaye 6), Pasciuti 5,5; Saric 5,5 (25’ st Piscitella 6);  Mokulu 6. A disp.: Serraiocco, Frascatore, Pezzi, Giorico, Romairone, Barnofsky, Machach, Fantacci, Wilmots. All.: Castori 6 
ARBITRO: Marini di Roma 5 (assistenti Robilotta e Chiocchi, quarto ufficiale Pasciuta). 
NOTE: ammoniti 7’ Beretta, 24’ Jelenic, 37’ Suagher; nel s.t. 12’ Pasciuti, 21’ Padella, 26’ Buongiorno, 27’ Troiano, 29’ Cavion, 35’ Laverone e Sabbione. Recupero 1’, 6’. Spettatori 5291 di cui 1720 paganti e 3571 abbonati. Incasso totale 39551,92  (15580,24 al botteghino, 23971,68 la quota abbonati).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ascoli-Carpi 1-0 | Per i biancorossi una sconfitta che fa male

ModenaToday è in caricamento